PRIMO PIANO

0 [post-views]view 4 mins
Corriere di Taranto
Sono infatti 50. Un decesso in provincia di Taranto. Molta attenzione sul focolaio in una RSA di Foggia

Oggi sono stati registrati 2.777 test e sono da segnalare 50 casi positivi: 29 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto. E’ stato registrato 1 decesso in provincia di Taranto.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 375.065 test. 4.287 sono i pazienti guariti. 2.128 sono i casi attualmente positivi.
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 6.994, così suddivisi: 2.709 nella provincia di Bari; 566 nella provincia di Bat; 758 nella provincia di Brindisi; 1.657 nella provincia di Foggia; 755 nella provincia di Lecce; 495 nella provincia di Taranto; 53 attribuiti a residenti fuori regione; 1 provincia di residenza non nota.
I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.
Dichiarazione del Dg Asl Bari,…

IN EVIDENZA

Referendum, affluenza alle 23: Italia 40,32%, Taranto provincia 40,74%
Corriere di Taranto

AFFLUENZA REFERENDUM NAZIONALE

 

Elezioni regionali, affluenza a Taranto provincia alle 23: 38,53%
Corriere di Taranto

ELEZIONI REGIONALI AFFLUENZA

– ORE 23 –

Scuola precaria. E con i precari sul piede di guerra
Corriere di Taranto

E poi c’è la grande e mai risolta questione dei precari. La scuola non…

“Tutti a scuola!”. E speriamo bene…
Corriere di Taranto

Tutti a scuola!”. E’ l’imperativo categorico ormai da giorni, non c’è dubbio. Perchè… banco…

POLITICA & PALAZZO

Numerosi dipendenti di Kyma Mobilità – nella stragrande maggioranza addetti alla guida degli autobus – hanno già comunicato all’azienda che, da sabato a lunedì prossimi, saranno impegnati ai seggi elettorali quali presidenti,
Desk / Set 19

GREEN & JOB

Diventano sette le mini isole ecologiche posizionate in Città Vecchia per la raccolta differenziata ingegnerizzata. Alle cinque postazioni già collocate lungo il perimetro del centro storico (di cui due in via Garibaldi, una in piazzetta Cariati, una in piazza Fontana e una sul lungomare di corso Vittorio Emanuele II), Kyma Ambiente ha provveduto questa mattina ad aggiungerne altre due (sempre composte da quattro cassonetti intelligenti per organico, multimateriale, vetro e indifferenziato) per rispondere alle esigenze
Di Noi / Set 19

FLASH CRONACA

Una segnalazione del Compartimento Polizia Stradale di Palermo alla Polizia Stradale di Taranto hanno consentito di scongiurare la commercializzazione di una vettura di alto valore commerciale, oggetto di riciclaggio,
Desk / Set 19

SPETTACOLI & CULTURA

Un progetto che spazia in tutto il Mediterraneo non tralasciate né la cultura locale, quella pugliese, né quella mediorientale o spagnola. Quindi il filo conduttore è il mare per La Cantiga de la Serena che si esibito quest’oggi per “Pontos. Il mare che unisce”, una rassegna di eventi artistici legati alla cultura del mare, comunità e identità grazie
Orlando / Set 20

ALTRE NEWS

Ex Ilva, la Uilm: “Sicurezza lavoratori a rischio, via ArcelorMittal”
Di
“Le nuove fermate e riduzioni dell’attività degli impianti comunicate ieri da ArcelorMittal sono l’ennesimo atto provocatorio nei confronti dei lavoratori
Ex Ilva Taranto, Spera (Ugl): “Una fabbrica al collasso”
Di
“Facendo seguito all’intervento presentato dalla scriventeUgl in data 31 luglio u.s. c/o l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Taranto, con la quale venivano
Per l’Addolorata, domenica messa solenne al molo Sant’Eligio
Di
Come tradizione, culmineranno domenica 20, terza domenica di settembre, nella cosiddetta “Festa Grande”, le celebrazioni in onore dell’Addolorata, organizzati in
Arrivano in città le ‘zone 30’, “strade più sicure per ciclisti e pedoni”
Di
Continuano gli interventi per migliorare la viabilità cittadina, seguendo le indicazioni del nuovo Piano Generale del Traffico Urbano varato dall’amministrazione
GoodNews_logo
0 [post-views]view 9 mins
Corriere di Taranto
E poi ci sono Willy, Maria, Don Roberto. Tre fatti, tre vite bellissime destinate a fare la “storia” senza cambiarla, che dovrebbero spingere a chiederci e interrogarci cosa stiamo diventando e soprattutto da che parte dobbiamo stare

Siamo sicuri che certi annunci hanno le carte in regola per poter essere definiti “storici”? E se così non fosse, avrebbe più senso interrogarsi sugli effetti o sulle cause di questo genere di comunicazione?
Prendiamo due fatti.

Da una parte abbiamo l’annuncio da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità, che un paio di settimane fa ha dichiarato che la Poliomielite è stata debellata anche dall’Africa. Caspita.

Solo cinquant’anni fa fu scoperto il vaccino per il virus, al quale ebbero accesso per primi i paesi più ricchi, gli stati europei e americani, dove la malattia è stata debellata da decenni, ma in Africa le possibilità di accesso al vaccino furono molto più lente e nel frattempo (50 anni) la Poliomielite, una malattia virale acuta e contagiosa che colpisce prevalentemente i bambini attaccandone il midollo spinale, ha provocato migliaia di casi di deformazioni e paralisi irreversibili.
Gli ultimi stati africani a debellarla sono stati, a Giugno, il Camerun e la Nigeria, entrambe le nazioni avevano negli anni precedenti condotto una campagna di vaccinazioni su larga scala e non avevano più riscontrato casi per un periodo di…

fuoridalcoro_postit2

Da ieri vietata la pubblicità elettorale per una pausa di riflessione degli elettori… Sì, lalléro! Cambiata la politica, cambiato anche il modo di promuovere il proprio partito o la propria candidatura. I social ed il telefonino sono i mezzi sui quali in queste ore corrono suggerimenti di voto, modalità, fac-simili e bigliettini che riproducono il voto che si vorrebbe fosse ripetuto nel chiuso della cabina elettorale. Non dimenticate che votare non è né un obbligo né uno sport. È il più alto momento di democrazia, perché ognuno esprime liberamente (si spera), la propria opinione ed il proprio credo politico. Dunque «silenzio… si gira» è l’espressione che non piace agli uscenti. Mentre l’affermazione che tutti dovremmo proteggere è: «silenzio si vota»

monty

La Redazione

Marcello Di Noi

Francesco Riondino

Maddalena Orlando

Giovanni Saracino

Gianmario Leone

Alessandro Greco

Franco Guarino

Angelo Diofano