Torna Taranto-Catania ed è match of the week

 

"Non voglio vedere teste basse ma occhi lucidi e facce arrabbiate", dice mister Laterza
pubblicato il 20 Novembre 2021, 16:06
3 mins

Taranto-Catania è quella maledetta partita del 9 giugno 2002 che fece infrangere i sogni di promozione in serie B ai rossoblù. Ma di anni ne sono passati quasi venti e le due squadre si sono ritrovate di fronte l’ultima volta allo Iacovone nella sciagurata stagione 2016-2017 quando, nel settimo turno di campionato di Serie C,  il match terminò 0-0.

Domani, domenica 21 novembre, alle 14.30 la sfida, valida per la quindicesima giornata di andata, tra Taranto e Catania è il match of the week di eleven sport, la piattaforma tv che detiene i diritti della Lega Pro.

Spetta come al solito a mister Laterza presentare alla vigilia il match:“La gara di domani vedrà di fronte due squadre abituate a giocare a viso aperto, Il Catania ha qualità in tutti i reparti e dispone di giocatori rapidi in avanti ( tra questi il capocannoniere del girone C, Luca Moro, 13 reti in 11 incontri, ndc). Creano superiorità numerica in attacco ma lasciano spazi alle ripartenze. Non dobbiamo assolutamente sottovalutare i nostri avversari, i quali scenderanno in campo senza pensare ai problemi extra-calcistici. Noi dovremo essere bravi a sfruttare le transizioni e a colpirli al momento giusto. Servirà una gara più dinamica, consapevoli di dover riscattare un periodo negativo ma senza pressioni addosso. Non voglio vedere teste basse ma occhi lucidi e facce arrabbiate“.

Indisponibilità: “Purtroppo non recuperiamo Saraniti, in difesa abbiamo delle defezioni (Riccardi squalificato, ndr) e giocheranno gli unici difensori rimasti. Con il rientro di Santarpia e Italeng abbiamo più soluzioni a disposizione. Versienti sarà convocato e partirà dalla panchina“.

Per quanto riguarda Diaby, il Taranto Fc 1927 nelle scorse ore ha comunica che  verrà sottoposto ad intervento chirurgico per la ricostruzione del legamento crociato anteriore dx . Il centrocampista ivoriano infortunatosi nel match contro la Paganese, 4^giornata di Campionato, aveva riportato a seguito di uno scontro di gioco, un trauma distrattivo LCA nel tratto pre inserzionale prossimale.

Il Catania, decimo in classifica con 19 punti (1 in meno del Taranto), frutto di 5 vittorie e 4 pareggi, fuori casa ha vinto una due volte (Picerno e Monterosi, gli avversari sconfitti), pareggiato tre (contro Catanzaro, Francavilla e Campobasso) e perso a Monopoli e Pagani. Undici reti realizzate e altrettante subìte fuori dalle mura amiche.

Una squadra, che nonostante il futuro nebuloso con un probabile fallimento societario all’orizzonte ( la Sezione Fallimentare del Tibunale di Catania ha dato tempo sino al 20 dicembre ai consulenti tecnici per approfondire la situazione economica del club etneo), sinora è scesa in campo con grande dignità e orgoglio in virtù anche di un organico di buon livello che però rischia di essere smantellato proprio a dicembre.

Precedenti: dal 1949 ad oggi sono ben 25 i match giocati a Taranto tra le due squadre e il bilancio è nettamente in favore dei ‘rossoblù’: 11 vittorie Taranto, 12 pareggi e 2 vittorie Catania.

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)