Mitilicoltura. Intermite (CasaImpresa): “Pronti a dare il nostro contributo”

 

L'intervento del presidente a ridosso del tavolo convocato a Palazzo di città
pubblicato il 27 Ottobre 2021, 17:26
2 mins

“Auspichiamo che si possano fare importanti passi in avanti al fine di mettere gli operatori in condizioni di lavorare serenamente”. Francesca Intermite, presidente di CasaImpresa Taranto interviene sul tema della mitilicoltura, quando mancano poche ore all’incontro convocato a Palazzo di città con associazioni di categoria e sindacati.
“Si tratta di un argomento che abbiamo particolarmente a cuore per motivi diversi: certamente perché nella nostra associazione datoriale è rappresentato il settore, ma anche per i riflessi che l’andamento di questa secolare attività produttiva determina in altri ambiti, direttamente sulla ristorazione e indirettamente su quella parte di turismo enogastronomico che ha il suo punto di forza nella cucina tipica, e quindi proprio nei piatti a base di prodotti ittici”, prosegue la presidente.
“Per rivendicare un marchio per la cozza tarantina per esempio, importante strumento da spendere in termini di marketing, e quindi di crescita territoriale, dobbiamo sapere di poter contare sulla qualità indiscussa del prodotto che proponiamo. Per questo, se non è possibile risolvere a stretto giro la questione bonifiche nel sito che da sempre ospita la coltivazione di mitili, il Mar Piccolo, gli interventi vanno certamente programmati con un preciso cronoprogramma, per evitare puntualmente di ritrovarsi a gestire emergenze. Intanto diverse sono le soluzioni temporanee che potrebbero consentire ai mitilicoltori quantomeno di salvare la prossima stagione estiva ed evitare che si replichi il triste fenomeno della moria dei mitili – conclude -. CasaImpresa Taranto è disponibile a dare il proprio contributo, partecipando al confronto tra le varie parti coinvolte”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)