Acciaierie d’Italia, scatta licenziamento per un operaio

 

Addetto alla manutenzione nastri dell'Area Ghisa, avrebbe cercato di portare all'esterno dello stabilimento alcune matasse di rame
pubblicato il 26 Ottobre 2021, 21:14
2 mins

La società Acciaierie d’Italia ha inviato una lettera di licenziamento per giusta causa ad un operaio addetto alla manutenzione nastri dell’Area Ghisa del siderurgico di Taranto che, secondo la contestazione, si sarebbe impossessato di alcune matasse di rame di proprietà aziendale, del peso di 18 kg, che stava cercando di portare all’esterno dello stabilimento.

Il lavoratore, la sera del 6 ottobre scorso, era stato infatti bloccato da un vigilante al tornello di uscita in quanto era scattato l’allarme e trovato in possesso, è detto nel provvedimento di licenziamento a firma del responsabile delle Risorse Umane Arturo Ferrucci, di cinque matasse di rame che aveva riposto nello zaino.

Secondo l’azienda la condotta dell’operaio “rappresenta una grave violazione degli obblighi di diligenza, collaborazione e fedeltà tale da ledere irrimediabilmente il presupposto fiduciario del contratto di lavoro in essere”. Il lavoratore in questione era stato già licenziato una prima volta in quanto accusato da ArcelorMittal di aver abbandonato il posto di lavoro il 16 febbraio 2020, per poi riprendere col cellulare e diffondere su un social le immagini di un operaio dell’appalto che, impegnato in quota nelle attività di copertura del parco fossile n. 4, era rimasto solo a fine turno, a circa 80 metri di altezza, forse perchè ‘dimenticato’ dai colleghi.

Il provvedimento di licenziamento fu poi annullato dal Giudice del Lavoro, secondo il quale gli addebiti mossi “costituiscono il frutto di una ricostruzione dei fatti assolutamente non rispondente alla realtà”. L’azienda in quella occasione fu anche condannata “al reintegro del ricorrente nel posto di lavoro, al pagamento di un’indennità risarcitoria commisurata all’ultima retribuzione globale di fatto dal giorno del licenziamento sino a quello del rientro in azienda”. 

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Un Commento a: Acciaierie d’Italia, scatta licenziamento per un operaio

  1. Franko

    Ottobre 27th, 2021

    Piccola correzione per il vostro articolo è molto difficile trasportare le matasse di “ghisa”,sostituite matasse di”ghisa”con matasse di “rame”.
    Buona giornata

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)