Acciaierie d’Italia, ok a piano formazione dei lavoratori

 

Siglato quest'oggi un accordo tra i sindacati metalmeccanici e l'azienda per i progetti previsti dal conto di formazione Fondimpresa
pubblicato il 22 Ottobre 2021, 19:22
29 secs

Quest’oggi è stato sottoscritto un verbale di accordo tra Fim Fiom e Uilm e la direzione di Acciaierie d’Italia in merito al piano di formazione relativo ai progetti previsti dal conto di formazione Fondimpresa. Il piano di formazione, che in una fase iniziale coinvolgerà 389 lavoratori, ha l’obiettivo di fornire nuovi strumenti specifici necessari ad incrementare il bagaglio di conoscenza e professionalità dei lavoratori. I temi trattati saranno: sviluppo organizzativo innovazione tecnologica, competenze tecniche professionali, competenze gestionali di processo.

Fim Fiom e Uilm hanno ritenuto “indispensabile coinvolgere nel piano formativo anche i lavoratori attualmente in cassa integrazione e garantire a tutti i lavoratori il diritto soggettivo di formazione obbligatoria di 24 ore, previsto dal vigente CCNL. Il piano formativo avrà ulteriori momenti di confronto con l’azienda, con cadenza trimestrale, per analizzare l’andamento della formazione ed avanzare eventuali ulteriori proposte affinché ci sia una formazione continua per i lavoratori di Acciaierie d’Italia. Per tali ragioni riteniamo soddisfacente l’avvio del programma formativo discusso con l’azienda” affermano i sindacati metalmeccanici di Taranto in una nota congiunta.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2021/10/21/ex-ilva-eni-e-il-syngas-la-transizione-e-roba-loro/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)