Il 118 innova le tecniche di soccorso, anche il Comune sostiene il progetto dei droni-salvavita

 

pubblicato il 13 Ottobre 2021, 17:38
34 secs

Il sindaco Rinaldo Melucci ha firmato a Roma l’accordo di partenariato con la Società italiana Sistema 118 (Sis 118), più altri partner istituzionali e tecnici, per la realizzazione del progetto “SEUAM – Sanitary Emergency Urban Air Mobility”, che prevede il soccorso al paziente in imminente pericolo di vita attraverso droni teleguidati dalle centrali operative del 118.

Come descritto dall’ideatore del progetto e presidente nazionale della Sis 118, il dottor Mario Balzanelli, si tratta di un progetto rivoluzionario di cardioprotezione e supporto aereo avanzato alla rianimazione del paziente critico, che si propone di abbattere in modo drastico i tempi del soccorso, anticipando l’arrivo presso il paziente del defibrillatore automatico, nel caso di un arresto cardiaco, o supportando la terapia di stabilizzazione delle funzioni vitali, con il trasporto da parte del drone, per esempio, di sangue/emoderivati, farmaci e antidoti.

Al progetto SEUAM hanno aderito il Politecnico di Milano, l’Università Campus Biomedico di Roma, la Libera Università Mediterranea (Lum) Giuseppe Degennaro di Casamassima (Bari), Federconsumatori nazionale, i Comuni di Taranto, Santa Lucia di Serino, Altomonte, Massa di Somma, Il Coni Comitato Regionale della Campania, Federsanità Anci Campania, e partner tecnici, come Caltec, Iredeem Phillips.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)