Poste, file interminabili per cittadini e pensionati

 

Lo SPI CGIL e la UIL Pensionati denunciano i disagi a cui sono posti gli utenti negli uffici postali di Taranto e provincia e chiedono alla Direzione delle Poste un incontro immediato per migliorare l'organizzazione del lavoro dei dipendenti
pubblicato il 07 Ottobre 2021, 16:45
54 secs

Poste. File interminabili. I pensionati si uniscono alla protesta dei dipendenti postali

Lo SPI CGIL e la UIL Pensionati denunciano i disagi che i cittadini e i pensionati (in particolar modo), affrontano quotidianamente presso gli uffici Postali di Taranto e Provincia.

“E’ grave che questi utenti siano spesso costretti a fare file interminabili sotto il sole nel bel mezzo dell’estate, sotto la pioggia in pieno inverno, senza la protezione di una pensilina, con il rischio di ulteriori prolungamenti dei tempi di attesa dovuti agli utenti che prenotano gli appuntamenti da casa tramite l’App postale, scavalcando coloro che sono in fila dalle prime ore del mattino” commentano le due organizzazioni sindacali.

“Ci uniamo quindi alle proteste delle categorie dei dipendenti postali che incolpevolmente vengono sempre più presi di mira dalla rabbia degli utenti stremati da lunghe ore di fila e che rivendicano, come categorie di riferimento, “il giusto riconoscimento per l’impegno profuso, un aumento dell’organico in primis attraverso le trasformazioni da part time a full time e delle degne condizioni lavorative anche nell’interesse della cittadinanza con particolare attenzione alle categorie più fragili. Urge quindi un incontro immediato con la Direzione delle Poste per poter trovare giusti correttivi a questi disagi e favorire una diversa e più efficiente organizzazione del lavoro” concludono SPI CGIL e la UIL Pensionati.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2021/10/04/poste-italiane-a-taranto-sara-sciopero/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)