“Scelgo Maria”, in discontinuità con il presente

 

Lo slogan di Maria Santoro, candidata sindaco di Grottaglie per i moderati
pubblicato il 28 Settembre 2021, 09:31
11 mins

“Scelgo Maria” è lo slogan che sta accompagnando la campagna elettorale di Maria Santoro, di professione avvocato, candidato sindaco al comune di Grottaglie per la coalizione “Città Territorio”, composta da tre liste: “Grottaglie Prima di Tutto”, “Insieme per Grottaglie” e “Grottaglie Moderata”. Collocazione politica?: Moderati di centro che strizzano l’occhio a Italia a Viva e a Forza Italia. “Nè con la destra, nè con la sinistra”, come cantava Samuele Bersani

Ci sarebbe piaciuto poterla intervistare, al pari degli altri candidati sindaci, ma non ha mai risposto alle richieste formulate nei giorni scorsi.

Pertanto, per garantire la par condicio, abbiamo assemblato quelli che sono stati i suoi interventi, giunti con altrettante note alla nostra redazione, durante questa campagna elettorale Interventi che spesso hanno preso di mira l’amministrazione uscente guidata dal sindaco D’Alò.

“Crediamo che Grottaglie possa e debba voltare pagina costruendo sin da subito il futuro che merita. Il progetto Città Territorio è nato con l’obiettivo primario di portare la nostra città fuori da quello stallo sociale, economico, culturale e politico in cui è precipitata negli ultimi cinque anni”  – ha rimarcato Maria Santoro.

“L’amministrazione uscente non ha saputo garantire il diritto alla salute (si veda terribile questione ospedale) né il diritto all’equità tributaria (vedi situazione comparto c), non ha saputo garantire il diritto al lavoro inteso come occupazione individuale e come attività di impresa. Non ha saputo garantire l’ordinaria amministrazione: abbiamo una città sporca, strade e marciapiedi in pessime condizioni, mancanza di ordine e sicurezza stradale. Per questi motivi e per molti altri, la nostra coalizione si porrà in netto contrasto con l’operato dell’amministrazione uscente, in una condizione di netta discontinuità”.

PROPOSTE GENERALI

“Garantiremo come punto di partenza non scontato l’ordinaria amministrazione ossia la pulizia delle strade, il decoro urbano. Punteremo tantissime risorse sull’agricoltura: il motore economico della nostra città. Gli agricoltori saranno i nostri principali interlocutori: a loro andrà il nostro massimo sostegno e aiuto concreto. Sono la nostra eccellenza. Cosi come i nostri ceramisti: la loro arte e la loro maestria va letteralmente sostenuta e non vanno abbandonati a sè stessi come accade ora. Grottaglie si fregia del titolo di Città delle Ceramiche ma per questo settore non muove un dito.

Ci occuperemo, inoltre, di sprovincializzare la nostra città, pur mantenendo vive le nostre tradizioni  e le nostre identità. Città Territorio nasce proprio in contrapposizione alla città condominio che è stata creata in questi anni dall’attuale maggioranza“.

CRISI ALENIA

“La profonda crisi che sta investendo l’ex Alenia non ha una definizione ben precisa e questo genera paura e angoscia nei circa 1300 dipendenti dello stabilimento di Grottaglie. L’eccezionalità della situazione generata dalla pandemia ha di fatto anticipato lo scenario di estrema difficoltà in cui versa la commessa sulla fusoliera del 787 che all’inizio era impegnata su 14 serie al mese.

La leggerezza con la quale si sta gestendo questa crisi da parte delle istituzioni locali, Comune di Grottaglie su tutti, lascia basiti e desta fortissime preoccupazioni. Leonardo è una grande realtà – con lo Stato come forte investitore – e lo Stato deve esser al suo fianco proprio in questi momenti di crisi. I nostri rappresentanti politici hanno il dovere di rappresentare il territorio prendendo una posizione netta sulla vicenda.

Lo Stabilimento di Grottaglie è nato per mezzo anche del sostegno dei  fondi Regionali e l’azienda deve dare conto all’ente e ai contribuenti. Invece ciò che registriamo è una totale assenza di interesse da parte dell’Amministrazione D’Alò e della Regione Puglia guidata da Emiliano.Negli scorsi anni si è registrata la perdita di centinaia di posti di lavoro nell’indotto, sempre nel silenzio delle istituzioni e di chi le rappresentava.

Occorre ricercare nuove opportunità su mercati adiacenti, diversificare l’attività dello stabilimento, attraverso l’industrializzazione di nuovi materiali per utilizzo in condizioni estreme al fine di diversificare il portafoglio prodotti e superare la mono-committenza dello stabilimento”.

WELFARE

“Vogliamo realizzare una città polifunzionale, una città che possa mettere a disposizione un contenitore sociale che possa ascoltare, orientare e dare risposta alle tante richieste dei genitori e delle famiglie. Citta Territorio ha già nel suo programma la volontà di realizzare una città a misura di bambino ma che sia anche una città accessibile a tutti, soprattutto a chi ha una disabilità, senza più differenze.

Una buona amministrazione deve ascoltare i cittadini e sostenerli sempre. Tra le varie proposte che ci sono giunte abbiamo sposato fin da subito quella di una cittadina che ci ha evidenziato quanto la città abbia bisogno di un contenitore sociale capace di supportare a 360° le famiglie.

Si tratta di un progetto che, attraverso una comunicazione efficiente completa e multidisciplinare, offra sostegno alla salute psichica del cittadino. Questo progetto prevede la necessità di avere un’équipe composta da assistenti sociali, psicologi, educatori professionali, terapisti della neuro e psicomotricità, consulenti specializzati per l’orientamento burocratico, avvocati. Un team che possa supportare davvero le famiglie, realtà che oggi sono abbandonate a loro stesse”.

CIMITERO COMUNALE

“La stato attuale ci restituisce uno scenario oramai di profondo abbandono e degrado con evidenti ripercussioni emotive e pratiche sui tanti cittadini che quotidianamente si recano a visitare i propri defunti. Percorrere la strada per arrivarci, sostare in preghiera, cambiare l’acqua, pulire, sostituire i fiori sono azioni che vanno fatte in un contesto civile: le stato in cui versa il Cimitero di Grottaglie lascia davvero basiti e dimostra quanto questa Amministrazione D’Alò sia stata irrispettosa verso i nostri defunti e i loro cari.

Nel nostro programma, tra le massime priorità, ci occuperemo della riorganizzazione completa di tutto il cimitero comunale e dei servizi ad esso collegati.Inoltre è oramai stato raggiunto da diversi anni il limite della capienza ed è quindi indispensabile la realizzazione di nuove tombe comunali e cappelle private, bloccate da tempo.

Occorre inoltre dare la possibilità di usufruire del servizio di cremazione delle salme ai cittadini che volessero sceglierlo senza dilapidare un patrimonio o indebitarsi per andare fuori provincia”.

PINETA FRANTELLA

“Il doppio incendio che ha interessato la nostra amata Pineta Frantella ha generato dapprima stupore poi paura ed, infine, polemiche.  Crediamo che oggi enti e comunità debbano fermarsi e riflettere su due importanti scenari, il primo: l’adeguamento degli interventi di pronto  spegnimento; il secondo: le cause strutturali che generano o alimentano questi focolai.

A ciò va aggiunta una previsione di lungo termine, che impegna le istituzioni sul ruolo dei boschi nelle politiche di sviluppo rurale e chiaramente nella tutela ambientale.

Una scarsa attenzione alla prevenzione attiva degli incendi amplifica la possibilità che gli stessi si inneschino con conseguenze devastanti. Grottaglie oltre a Frantella ha altri polmoni verdi: Fantiano, quelli delle Gravine, Paparazio e altri. Bisogna cominciare ad effettuare una programmazione dedicata alla tutela di queste risorse verdi ed a cominciare a parlare di gestione delle risorse boschive.

A tal proposito è nostra intenzione istituire l’Assessorato alle risorse Boschive e alle Pinete che lavori non solo per preservare quanto già in essere ma che si occupi anche di intercettare investimenti per ripopolare il patrimonio boschivo, che possa occuparsi di formazione e sensibilità ambientale e che possa quindi educare al rispetto di queste risorse per evitare che gli incendi possano essere dolosi”.

SPORT

“Amplieremo dove possibile le strutture sportive comunali e le palestre scolastiche comunali e le adegueremo – ove necessario – alle norme di sicurezza, affinché possano essere utilizzate anche durante il pomeriggio facendole diventare palestre di quartiere, dalle varie associazioni, per i campionati Federali provinciali, rendendole di fatto delle piccole strutture sportive aperte e fruibili e controllate.

Realizzeremo delle piste ciclabili sul territorio comunale e ove possibile all’interno della città. In spazi aperti, in periferia, saranno installati canestri o reti per la pallavolo per permettere il gioco di strada ai ragazzi di quartiere.

Sarà garantita la più opportuna turnazione per la gestione degli impianti da parte delle Associazioni cittadine che ne faranno richiesta. Supporteremo le Associazioni e le Società sportive locali nella partecipazione a bandi regionali e nazionali”.

APPELLO AI CITTADINI

La scelta dei candidati alla carica di consigliere comunale è stata fatta puntando sulla qualità intrinseca delle singole persone scelte.Alla luce di quanto abbiamo visto accadere in questi 5 anni in consiglio comunale, invito a scegliere con attenzione le persone che vi andranno poi a rappresentare in consiglio comunale.

Città Territorio è una coalizione coesa costituita da liste civiche e partiti che fonda le basi su tre elementi: moderatismo, riformismo e liberalismo, nonché sulla partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica della città.Chiediamo ad ogni elettore di avere fiducia in un progetto innovativo come il nostro ma fondato su concretezza, esperienza e consapevolezza“.

 

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)