Restauro mura aragonesi, via a fase progettuale

 

L'intervento è finanziato dal CIS con fondi CIPE per un investimento complessivo di 7 milioni di euro
pubblicato il 24 Settembre 2021, 16:19
20 secs

Affidato l’appalto relativo a rilievi, indagini, progettazione complessiva, coordinamento sicurezza e direzione lavori per l’intervento di riqualificazione delle mura aragonesi e del corrispondente tratto di corso Vittorio Emanuele II, meglio noto come la “ringhiera”. Lo fa sapere una nota di Palazzo di città.
Il sindaco Rinaldo Melucci ha incontrato l’architetto Michele Sgobba, uno dei progettisti del raggruppamento guidato da Finepro s.r.l., che si è aggiudicato l’appalto, condividendo con lui alcune riflessioni sull’importanza di questi lavori che, aggiungiamo convinti, si spera siano di restauro conservativo affinchè vengano rispettati gli elementi tipologici, formali, strutturali, architettonici e artistici del sito.
L’intervento, specifica la nota, che appartiene al progetto integrato “Taranto, Centro Storico” finanziato dal CIS con fondi CIPE, è finalizzato al restauro delle antiche mura aragonesi, al consolidamento del camminamento alla base, al ripristino degli accessi ai percorsi ipogei e al risanamento delle strutture di sostegno poste a quota strada, per un investimento complessivo di 7 milioni di euro.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)