Un esercito di 400 volontari per ripulire Taranto

 

Sono i numeri del World Clean Up Day 2021 che ha visto coinvolti associazioni e Kyma Ambiente
pubblicato il 21 Settembre 2021, 17:31
2 mins

Oltre 400 sacchi di rifiuti indifferenziati, decine di carrellati pieni di vetro, ingombranti di ogni genere come materassi, lavatrici e addirittura una barca abbandonata. Questi sono alcuni numeri del World Clean Up Day 2021, che si è tenuto la scorsa settimana. Due giorni dedicati alla pulizia dei luoghi comuni, a livello globale, e Taranto si è distinta per impegno e risultati ottenuti.

Le associazioni SiAmo Taranto, Retake Taranto, Pro Loco Capo San Vito, Comitato Pezzavilla Verde&Sport, Aps Pittaggio del Baglio, Federconsumatori, Plasticaqquà, Pro Loco Lama e le sue contrade, Retake Taranto, WWF Taranto, Lovely Taranto Ets hanno messo in campo centinaia di volontari dalla Marina di Taranto, passando per l’Isola Madre, il Lungomare e la foce del fiume Galeso.

Un’azione collettiva di coscienza civica, con Kyma Ambiente che ha fornito il supporto utile al corretto smaltimento dei rifiuti raccolti. E per l’occasione è stata presentata ufficialmente la nuova spazzatrice in dotazione. Un mezzo che utilizza un sistema di alimentazione 100% elettrico, totalmente in linea con le migliori tecnologie esistenti in tema di compatibilità ambientale. Oltre a essere a impatto zero, annulla anche il fenomeno dei rumori, particolarmente sensibile in zone come borghi e centri storici.

“C’è stata una grandissima partecipazione, un vero e proprio esercito della civiltà che ha riportato decoro e igiene in queste parti della nostra città» -commenta il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli -. Taranto diventa sempre più esempio di cittadinanza attiva e a tal proposito abbiamo voluto presentare questa nuova spazzatrice elettrica già in azione per le nostre strade. Un’azione corale per raggiungere un risultato comune: grazie alle associazioni, ai volontari, alla rete A…Raccolta! Con il sostegno dell’amministrazione Melucci, l’obiettivo è rendere più vivibile la nostra città”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)