Ecco il Piano Operativo per il rientro a scuola

 

Alcuni istituti sono ripartiti oggi: tutti gli altri tra giovedi 16 e lunedì 20. Per ovviare al problema trasporti al momento si partirà con lezioni da 50 minuti
pubblicato il 13 Settembre 2021, 18:29
11 mins

E’ ripartito quest’oggi l’anno scolastico 2021/2022 che vede una popolazione scolastica di 25mila studenti. Per alcuni istituti della provincia di Taranto la campanella è suonata questa mattina (il Moscati di Grottaglie, l’Archimede, l’Alfieri e il Vittorino da Feltre di Taranto e il Giovanni XXIII di Statte): tutti gli altri inizieranno le lezioni tra giovedì 16 e lunedì 20.

Si torna in presenza al 100%, ma al momento in molti istituti con i doppi turni. Il problema dei problemi, ancora non del tutto risolto (quello del distanziamento di un metro è stato eliminato dal Comitato Tecnico Scientifico che ha concesso la deroga per tutte le scuole dove non è possiible mantenerlo) resta quello dei trasporti, dove la capienza dei mezzi pubblici consentita al momento è pari all’80%. Situazione che resterà invariata sino a quando non arriveranno i fondi msinisteriali. Questo comporterà orari diversi d’ingresso per le classi dei vari istituti.

Di tutto questo si è discusso nella riunione del Tavolo di Coordinamento svoltasi lo scorso 10 settembre in prefettura, alla presena del prefetto Martino, delle organizzazioni sindacali e dei dirigenti scolastici.

In tale contesto a seguito di specifici approfondimenti, tutti gli Enti ed Istituzioni partecipanti hanno condiviso la necessità, dettata dalle condizioni attuali dell’assetto organizzativo del trasporto pubblico, per la riapertura in sicurezza delle scuole, di avviare l’anno scolastico con lo svolgimento dell’attività didattica modulata sul doppio orario di ingresso e di uscita, unica possibilità per consentire al sistema del trasporto pubblico di garantire il rispetto della normativa anti-covid e al contempo garantire la presenza in classe al 100% degli studenti.

Il Tavolo, peraltro, ha prefissato il comune obiettivo di fondamentale importanza di restituire alla popolazione scolastica la normalità dell’orario unico di ingresso/uscita, non appena si  realizzeranno le condizioni necessarie. Sul tema nella riunione del 10 settembre il referente regionale dell’assessorato ai Trasporti e alle Infrastrutture ha fatto presente che sono state stanziate e immediatamente disponibili risorse finalizzate ai servizi aggiuntivi di trasporto pubblico pari ad € 498.795,17 a favore della la Provincia di Taranto ed € 62.297,46 a favore del Comune capoluogo. Tali risorse già  disponibili serviranno a finanziare una prima fase di potenziamento della offerta di trasporto pubblico locale.

Si è stabilito che le ore di lezione per le scuole secondario di secondo grado dovranno essere di cinquanta minuti, per permettere a autobus e treni di garantire i pendolari.

Piano Operativo anno scolastico 2021/2022

Preso atto che, a parte la variazione del rapporto tra la capienza dei mezzi (80%) e la percentuale degli alunni in presenza (100%), tutte le altre condizioni sono rimaste invariate rispetto all’anno scolastico 2020/2021, è stato ritenuto opportuno procedere alla conferma integrale della struttura del Piano operativo approvato il 21.12.2020, fatta salva la previsione del numero delle classi o delle sezioni da alternare sul secondo orario di ingresso come di seguito meglio specificato.

 Attività didattica

Su tutto il territorio provinciale lo svolgimento dell’attività scolastica in presenza per il 100% degli alunni degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado, avrà decorrenza dal 20 settembre 2021. Gli Istituti scolastici che per accertate criticità infrastrutturali non possono garantire il raggiungimento della soglia prevista, adegueranno la propria offerta formativa sulla base delle effettive condizioni degli edifici.

Su tutto il territorio provinciale l’organizzazione dell’attività didattica sarà strutturata con lezioni da 50 minuti e differenziata secondo il doppio orario di ingresso e di uscita, con la seguente, esemplificativa,  turnazione:

quattro classi per ogni sezione di ogni istituto scolastico entreranno alle ore 7.50 ed usciranno alle ore 12.00, con 5 ore di lezione da 50 minuti e alle ore 12.50 con 6 ore di lezione da 50 minuti, mentre una classe per ogni sezione di ogni istituto scolastico entrerà alle ore 9.30 ed uscirà alle ore 13.40, con 5 ore di lezione da 50 minuti e alle 14.30, con 6 ore di lezione da 50 minuti.

In ragione di specifiche criticità degli Istituti scolastici I.I.S.S.”Quinto Orazio Flacco” di Castellaneta, I.I.S.S. “Mauro Perrone” di Castellaneta e Liceo “G.B.Vico” di Laterza si prevede, in deroga alle precedenti prescrizioni, l’orario unico di ingresso. In particolare: gli studenti del “Quinto Orazio Flacco” e dell’I.I.S.S. e l’ I.I.S.S. “Mauro Perrone” di Castellaneta entreranno in aula alle ore 8.00; gli studenti del Liceo “G.B.Vico” di Laterza entreranno in aula alle ore 8.15.

Le scuole secondarie di secondo grado della provincia,  in adempimento all’art  21 comma 3 del D.P.C.M. 2 marzo 2021, moduleranno, in coerenza con il presente documento, il piano di lavoro del personale ATA, gli orari delle attività didattiche per docenti e studenti, nonché degli uffici amministrativi.

Trasporto pubblico locale

L’Azienda Municipalizzata Autotrasporti A.M.A.T. a decorrere dal 20.09.2021 incrementerà il trasporto urbano scolastico con l’utilizzo dei nuovi mezzi ibridi acquistati dall’azienda; rimodulerà le corse del trasporto scolastico extraurbano (sulle linee da/per Statte e da/per Leporano) in base alle fasce orarie stabilite dal presente Piano Operativo, mettendo in campo tutte le potenzialità previste nel proprio assetto organizzativo, salva l’adozione di correttivi necessari a colmare le eventuali disfunzioni che possono emergere in fase di monitoraggio; prevederà, laddove si rendesse necessario, l’istituzione di nuovi capolinea per il raccordo tra il trasporto urbano e quello extraurbano;

Le società C.T.P. S.p.a ., Ferrovie Sud-Est e Sita Sud a decorrere dal 20.09.2021 rimoduleranno le corse del trasporto scolastico extraurbano in base alle fasce orarie stabilite dal Piano Operativo, mettendo in campo le potenzialità previste nei propri assetti organizzativi, salva l’adozione di correttivi necessari a colmare le eventuali disfunzioni che possono emergere in fase di monitoraggio.

La Regione Puglia comunicherà con tempestività al Tavolo di Coordinamento l’avvenuta ripartizione e la disponibilità dei fondi stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il trasporto pubblico scolastico, al fine di consentire all’Amministrazione Provinciale l’attivazione di specifiche procedure di competenza.

L’Amministrazione Provinciale a seguito dell’avvenuto  trasferimento dei fondi da parte della Regione Puglia attiverà le procedure amministrative occorrenti per il potenziamento, rapportato alle effettive risorse finanziarie disponibili, del servizio di trasporto pubblico locale di proprie competenza; risolverà nel breve periodo le criticità riscontrate negli istituti IISS Don Milani-Pertini di Grottaglie, Liceo De Ruggieri di Massafra, IISS Lentini-Eisntein di Mottola, Liceo statale Battaglini di Taranto, Liceo Archita di Taranto e Plesso Acanfora.

Il Comune di Taranto garantirà agli autobus extraurbani l’ingresso nell’ambito del territorio comunale e la percorribilità delle vie cittadine; concorrerà con la Polizia Locale e anche con l’ausilio dei volontari della Protezione Civile ai controlli presso le fermate più critiche in termini di affluenza, che verranno indicate dalle aziende di trasporto pubblico;

Monitoraggio e controlli

Nell’ambito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il Prefetto predisporrà uno specifico piano di controllo del territorio, con particolare attenzione ai punti di maggiore criticità dei percorsi di linea extraurbana, anche con il supporto delle associazioni di volontariato, coordinate dai comuni ove insistono i suddetti punti. 

Previsione per garantire l’orario unico di ingresso e di uscita per tutti gli studenti della provincia

 Le aziende del trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano, hanno elaborato il seguente prospetto relativo ai mezzi aggiuntivi necessari a garantire, nell’ipotesi di orario unico di ingresso e di uscita, la sicurezza e l’efficienza dei trasporti (si allega la documentazione di dettaglio dei servizi aggiuntivi)

AZIENDA/SOCIETA’ MEZZI AGGIUNTIVI COSTO GIORNALIERO COSTO

1 MESE

COSTO

3 MESI

AMAT s.p.a.

(servizio urbano)

12 € 1.087,20 € 21.744,00 € 65.232,00
CONSORZIO COTRAP:

–       AMAT s.p.a.

–       (servizio extraurbano)

–       C.T.P. s.p.a

–       Miccolis

–       Gravame & Palmieri

28 € 7.380,31 € 147.606,26 € 442.818,78
FERROVIE SUD EST

(servizio extraurbano)

30 € 8.000,00 € 160.000,00 € 480.000,00

 

L’ipotesi dell’organizzazione dell’attività didattica su un unico orario di ingresso e di uscita si potrà concretizzare allorquando saranno disponibili le risorse finanziarie destinate dalla Regione Puglia e in conseguenza reso operativo l’incremento dei servizi aggiuntivi previsti. Al verificarsi di tale condizione il Tavolo tornerà a riunirsi per adottare le  necessarie modifiche al documento operativo.

A tale riguardo, nella riunione del Tavolo, in base agli elementi nuovi emersi, circa la pronta disponibilità di risorse economiche a favore dell’Amministrazione Provinciale e del comune Capoluogo, sono state invitate le aziende di trasporto e l’Ufficio scolastico provinciale a procedere, possibilmente nei primi giorni di questa settimana, ad una simulazione di scenario con il potenziamento dell’attuale assetto del trasporto pubblico locale con i  22 autobus aggiuntivi, previsti nella quantificazione del fabbisogno prodotta da Cotrap, per verificare, insieme alla Prefettura, possibili miglioramenti del documento operativo, nel senso di garantire ad un maggior numero di Istituti scolastici, soprattutto del Capoluogo, l’ingresso a orario unico degli studenti. Qualora gli esiti dell’approfondimento saranno rilevanti ai fini del conseguimento dell’obiettivo comune dell’orario unico, il Tavolo sarà prontamente convocato per apportare le correlate variazioni al documento operativo.

Il Piano Operativo è stato condiviso, nella seduta del 10 settembre 2021, da tutti i partecipanti al Tavolo di coordinamento e sarà data applicazione a decorrere dal prossimo 20 settembre fino al 31 dicembre 2021.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)