La dedica di Saraniti

 

Palermitano doc, segna alla sua ex squadra ed esulta
pubblicato il 12 Settembre 2021, 10:21
2 mins

Una serata così la desiderava. Per Saraniti, palermitano doc, il gol che ha portato in vantaggio il Taranto ha rappresentanto una sorta di liberazione. L’esultanza tutt’altro che contenuta – in controtendenza con il comportamento solito dei giocatori che segnano alle loro ex squadre – e l’abbraccio con il suo nuovo allenatore, Laterza, hanno rappresentato una parentesi bella e sincera.

” Mi sono isolato per tutta la settimana” – ha dichiarato il bomber rossoblù subito dopo il mach ad Eleven Sports – “l’esultanza dopo il gol? C’è stata la solita rabbia che metto in campo, cosa che non sono riuscito a fare a casa mia l’anno scorso. Qui a Taranto sto trovando continuità”.

“Noi siamo la classica squadra operaia” – ha aggiunto – “il nostro obiettivo è quello di mantenere questa categoria, dobbiamo fare questo senza diventare sazi.  Abbraccio finale con Laterza e Lentini? Loro sono il cuore dello spogliatoio, dal punto di vista umano sono delle persone eccezionali e vanno rispettate. Dedica per il gol? A mio padre e al nostro pubblico”.

“Mi aspettavo questa prestazione dei miei ragazzi che in settimana si sono allenati benissimo e avevano tante voglia di giocare questa partita in casa dopo la vittoria di Campobasso” – ha detto mister Laterza nel corso della conferenza post gara – “è stata una grandissima gara, sono contento perchè abbiamo giocato con il piglio giusto dimostrando di avere grande spirito”.
“Il gol di Saraniti? E’ un gol arrivato su uno schema che proviamo spesso” – commenta il tecnico – “è riuscito a far gol, ci teneva tanto a questa gara e ha fatto una prestazione tatticamente perfetta. Margini di crescita? Questa squadra può crescere tanto, io li vedo come si allenano in settimana”.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)