Nomine, dure critiche da Forza Italia a Melucci

 

pubblicato il 02 Settembre 2021, 16:28
57 secs

«Il valzer di nomine in atto al Comune di Taranto è l’espressione di una logica di spartizione di poltrone che nulla ha a che vedere con gli interessi di Taranto, ma risponde al solo fine di garantire poltrone ed equilibri di potere tra i partiti che sostengono il sindaco. E’ ormai evidente che sindaco, assessori e consiglieri sono totalmente concentrati a garantirsi una poltrona anche per il prossimo quinquennio e hanno perso di vista le priorità dettate dal governo della città».

Le dure accuse portano la firma di Massimiliano Di Cuia, Coordinatore di Forza Italia Taranto.

«Non si illudano sindaco & c.: non può bastare un restyling di fine legislatura e qualche incarico per cancellare un quinquennio di malgoverno che i tarantini ricorderanno per la città in stato di abbandono e per l’evidente peggioramento dei servizi offerti a cittadini e imprese.
Nel frattempo i cittadini di Taranto, poco interessati alle beghe politiche legate alle poltrone, pagheranno IMU, TARI ed IRPEF con aliquote al massimo, senza che ciò corrisponda ad un miglioramento dei servizi ricevuti. E mentre i nostri amministratori litigano per le poltrone, Forza Italia è impegnata, con gli altri partiti del centro destra, nella costruzione di una coalizione allargata alle forze civiche che, come noi, credono che alla base di un progetto di governo credibile debba esserci una visione comune di rilancio della città e non la mera spartizione di poltrone e incarichi».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)