Marina Militare, cambio al vertice della Scuola Sottufficiali

 

pubblicato il 02 Settembre 2021, 16:44
2 mins

Mercoledì 1 settembre, si è tenuta presso la piazza d’armi della Scuola Sottufficiali di Taranto la cerimonia di saluto del contrammiraglio Enrico Giurelli, che lascia il comando dell’istituto di formazione dopo due anni ed otto mesi, per assumere l’incarico di Capo del I Reparto “Personale” presso lo Stato Maggiore della Marina Militare a Roma.

La cerimonia si è svolta alla presenza del comandante delle Scuole della Marina Militare, ammiraglio di divisione Antonio Natale, e delle autorità civili, militari e religiose locali.

L’incarico di comandante di MARISCUOLA sarà assolto ad interim dal comandante in seconda, il capitano di vascello Giorgio Gentile, in attesa della designazione del nuovo comandante che avverrà prossimamente.

L’ammiraglio Giurelli nel corso del suo intervento ha dichiarato “A dispetto delle pesanti implicazioni imposte dal COVID, gli allievi e frequentatori sono raddoppiati nel corso dell’ultimo triennio. Uno sforzo che ha imposto scelte coraggiose e ha messo a dura prova le risorse umane dedicate alla formazione e all’insegnamento” e ha poi proseguito “Rendo merito al personale della Scuola che ha lavorato con costanza e professionalità, dimostrando competenza e senso del dovere. Questo personale è certamente la risorsa più importante, perché chiamato a svolgere il delicato compito di formare le future generazioni della Marina Militare”; e ha poi concluso “presso MARISCUOLA Taranto si forma circa il 70% di tutte le immissioni della forza armata, un dato che evidenzia il ruolo strategico di questo istituto”.

Quanto detto dal comandante cedente è stato ribadito dall’ammiraglio Natale che nel corso del suo intervento ha sottolineato come ”Il periodo di comando dell’ammiraglio Giurelli, contraddistinto dalla situazione sanitaria emergenziale, ha visto la scuola conseguire pienamente i propri obiettivi. Misure stringenti hanno consentito di continuare le attività con estrema efficacia anche nei momenti di maggior recrudescenza dell’epidemia” e ha concluso dando merito “per l’intenso e proficuo lavoro svolto dal comandante a da tutto il personale militare e civile della scuola”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)