Taranto: esordio a reti bianche

 

Pareggio, tutto sommato, giusto contro la Turris
pubblicato il 29 Agosto 2021, 22:26
4 mins

Davanti a 3600 spettatori il Taranto pareggia 0-0 contro una Turris sicuramente più in condizione e più avvezza alla categoria.

Mister Laterza schiera il Taranto con il 4-3-3, modulo provato sin dal ritiro pre-campionato, anche se per caratteristiche dei giocatori (manca un esterno destro di ruolo) potenzialmente potrebbe essere anche un 4-5-1 con  da destra a sinistra Tomassini-Zullo-Benassai e Ferrara in difesa, Diaby–Marsili e Civilleri a centrocampo,  Longo-Saraniti e Versienti in attacco. In porta Chiorra..

PRIMO TEMPO

Subito un brivido: al terzo minuto angolo tagliato di Marsili  con la Turris che si rifugia in corner. Al minuto 6 molto pericolosa la compagine campana con un tiro da fuori area di Nunziante che costringe il portiere del Taranto, Chiorra, ad un intervento tra i pali, con palla in angolo. Al minuto 16 gli ospiti, a proprio agio nelle ripartenze, arrivano davanti al portiere di casa con un taglio verticale, più o meno dalla linea di centrocampo, di Santaniello per Leonetti che indugia un attimo di troppo e viene stoppato in scivolata da Benassai.  Al minuto 24 ancora la Turris intraprendente: cross dalla destra di Ghislandi che attraversa tutta l’area di rigore e trova sul secondo palo Nunziante che di testa spedisce a lato da buona posizione.

Negli ultimi dieci minuti di gara il Taranto si fa più coraggioso e si procura un paio di buone occasioni da rete: al minuto 40 angolo del solito Marsili  e colpo di testa perentorio in area di rigore del difensore Benassai che scheggia la traversa. Al minuto 43 cross dalla sinistra di Ferrara che pesca Diaby, il quale di testa spedisce la sfera di non molto a lato.

SECONDO TEMPO

La Turris entra in campo dando l’impressione di voler sbloccare il risultato. Al minuto 58 uscita non perfetta di Chiorra, la sfera arriva sulla testa di Ghislandi che non inquadra la porta. Al minuto 63 ci riprova dalla distanza Bordo che costringe il portiere del Taranto a deviare in angolo sul cui sviluppo ancora Ghislandi prova la deviazione di testa sotto porta ma la palla termina alta. Al minuto 68 il Taranto, finalmente, mette in apprensione gli avversari e lo fa come al solito sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto rasoterra da Marsili dal vertice sinistro dell’area di rigore avversaria, velo di Civilleri,  portiere ospite che con qualche difficoltà gestisce la sfera.

Tra il minuto 70 ed il minuto 73 Laterza cambia quattro uomini: fuori prima Civilleri e Versienti dentro Bellocq e Giovinco e poi out Zullo e Longo e in Granata ed Italeng. Non cambia il modulo, sempre 4-3-3. Al minuto 80 la Turris con tre tocchi arriva in area di rigore jonica ma Pavone sottoporta non trova la giusta zampata. Al minuto 82 Italeng con un’azione personale sulla fascia destra arriva quasi sul fondo e sferra un diagonale che termina di poco a lato. Gli ospiti continuano a fare la partita ed a collezionare calci d’angolo (alla fine saranno nove) ma non riescono a sbloccare il risultato. La partita ha un’ultima fiammata attorno al minuto 91: punizione di Marsili e Perina è costretto a rifugarsi in angolo.

COMMENTO FINALE

In un periodo inziale della stagione dove la condizione fisica non può essere ottimale e con una disposizione in campo degli interpreti del modulo tattico ancora in via di definizione (manca un pò di fosforo/fantasia misto a dinamismo a centrocampo) il pareggio va accolto senza stare a fare troppo i sofisticati.

*credit foto Paolo Occhinegro

Condividi:
Share

Articolo Precedente

CJ, roster completato

Commenta

  • (non verrà pubblicata)