Scuola, Perrini chiede delucidazioni sui trasporti

 

Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia presenta un’interrogazione urgente a Emiliano e all’assessore ai Trasporti Maurodinoia per fare il punto della situazione
pubblicato il 26 Agosto 2021, 12:20
2 mins

“È mai possibile che della Scuola si debba parlare sempre a ridosso della sua apertura? E’ mai possibile che il 26 agosto, a pochi giorni dall’apertura, non ci sia ancora un’organizzazione definita su come ripartire e soprattutto sui trasporti? Ormai conviviamo con il Covid da oltre un anno e mezzo, siamo forse alla vigilia della quinta ondata, e in Puglia non abbiamo ancora un Piano Trasporti scolastico”. La questione, diciamo la verità irrisolta a quanto pare, la pone il consigliere regionale Renato Perrini.
“Per questo motivo ho presentato un’interrogazione urgente al presidente Emiliano e all’assessore ai Trasporti Maurodinoia per fare il punto della situazione sul tema trasporti per gli studenti pendolari, visto che è stato dimostrato che sono proprio i trasporti l’anello debole delle lezioni in presenza ed è compito della politica garantire il diritto alla salute, ma anche quello all’istruzione che, francamente, con la DAD è decisamente a rischio”, afferma l’esponente di Fratelli d’Italia.
“Per questo chiedo ad Emiliano e Maurodinoia: i mezzi di trasporto sono sufficienti a garantire la sicurezza degli studenti e di altri eventuali viaggiatori? Sono stati incrementati i mezzi e le corse per sopperire al diminuito numero di viaggiatori rispetto alla capienza totale? E’ stato predisposto un piano straordinario di assunzioni per rispondere all’aumentato fabbisogno di corse? Le corse dedicate agli studenti sono state incrementate vista la possibilità di viaggiare con l’80 per cento della capienza? E’ stata valutata la possibilità di utilizzare mezzi in dotazione ad aziende private (NCC, autobus Gran Turismo ecc..) al fine di avere più mezzi a disposizione?”, chiede Perrini.
“Non sono le domande solo di un consigliere regionale, ma di un padre e quindi di tutti i genitori che a pochi giorni dalla riapertura della scuola non sanno ancora come, se e quando verranno garantiti i servizi di trasporto”, conclude poi.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)