Controlli estivi, raffiche di denunce

 

pubblicato il 23 Agosto 2021, 12:27
2 mins

L’attività di contrasto all’illegalità diffusa durante quest’ultimo periodo estivo si é concentrata con particolare attenzione al Borgo Umbertino e alla Città vecchia.
Nel mirino del personale del Commissariato Borgo e dell’U.P.G.S.G. i parcheggiatori abusivi ed i tanti giovani, che pur destinatari di provvedimenti di polizia relativi al divieto di ritorno nel capoluogo, giungono puntualmente nella zona del Borgo antico, il più delle volte per acquistare la dose giornaliera di sostanza stupefacente.

Numerose le persone denunciate, quattro per l’inottemperanza al DASPO Urbano e ben ventitré per il mancato rispetto delle prescrizioni imposte dal Foglio di Via Obbligatorio tra cui il Divieto di Ritorno nel capoluogo jonico. Altrettanto numerose le dosi di sostanza stupefacente sequestrate, in particolare hashish e cocaina ai denunciati.

Sequestrati anche tre coltelli tutti a serramanico e denunciati i loro detentori per possesso ingiustificato di arma da taglio.
L’attività è stata anche rivolta in direzione dei pregiudicati sottoposti alle misure alternative alla detenzione tanto che ne sono stati denunciati 5, per evasione, tutti ovviamente trovati assenti nel corso dei quotidiani controlli di polizia.
Non si sono fermati neanche i servizi di contrasto al furto di energia elettrica. Con la collaborazione dei tecnici di Enel Distribuzione sono stati scoperti 8 allacci fraudolenti scoperti in altrettante abitazioni private, con la conseguente denuncia per tutti i responsabili. Circa 80 mila euro il danno stimato dai tecnici responsabili dell’azienda erogatrice.
In collaborazione con gli operatori della Divisione di Polizia Amministrativa, sono stati controllati anche diversi esercizi commerciali, anche in relazione alla verifica del regolare possesso del “green pass” . Recentemente, proprio in occasione di uno di questi servizi di controllo, in un bar di via Acclavio, sono stati trovati sette apparecchi slot-machine non collegati alla rete nazionale del Monopoli di Stato. Immediato il sequestro e la conseguente sanzione al titolare di circa 9 mila euro.

Ancora, costante il livello di attenzione verso l’illegale lavorazione e commercializzazione di mitili: nel mese di agosto, sono state sequestrati circa 200 chili di cozze lungo le banchine di via Garibaldi e diverse vaschette di prodotto ittico posto in vendita sulla pubblica via senza la minima precauzione igienico sanitaria.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)