Kyma Ambiente, differenziata nella Marina di Taranto

 

Parte anche nelle località di mare: le indicazioni per i cittadini
pubblicato il 02 Agosto 2021, 20:16
40 secs

Parte la raccolta differenziata nella zona di Marina di Taranto il 2 agosto in linea con quanto voluto dall’amministrazione comunale.

Kyma Ambiente, infatti, ha provveduto a fornire agli utenti residenti in tutta la zona a ridosso del mare il kit delle pattumelle di Vetro, Multimateriale, Indifferenziato ed Organico per svolgere al meglio la raccolta differenziata oltre ad informare tutti i cittadini sulle corrette modalità di conferimento.

I rifiuti dovranno essere conferiti secondo un preciso calendario di raccolta degli stessi. Le utenze domestiche dovranno esporre i contenitori all’esterno delle abitazioni o delle pertinenze condominiali dopo le ore 22.00 del giorno precedente quello di raccolta. Dopo l’operazione i contenitori vuoti dovranno essere ritirati dagli utenti e custoditi all’interno di abitazioni o pertinenze condominiali. Nessun contenitore dovrà essere esposto il sabato sera poiché la domenica non vi sono turni di lavoro.

Il presidente, Giampiero Mancarelli, ha dichiarato: “Abbiamo consentito a tutti i cittadini di poter ritirare il kit per la raccolta differenziata evitando quanto più possibile i disagi. Nella notte tra lunedì e martedì verranno eliminati i cassonetti stradali della indifferenziata. Una grande sfida per rendere la nostra costa sempre più green”. Il presidente ha, infine ricordato come con la differenziata il rifiuto diventi una risorsa.

Condividi:
Share
Gianmario Leone, nato a Taranto il 2/1/1981, laureato in Filosofia, docente di Storia e Filosofia, per 8 anni opinionista del quotidiano "TarantoOggi" nel settore, ambiente, politica, economia, cultura e sport, collaboratore e referente per la Puglia dal 2012 de "Il Manifesto" e del sito "Siderweb", collaboratore dal 2011 al 2015 del sito di informazione ambientale www.inchiostroverde.it. Ha collaborato nel corso degli anni anche con altre testate on line o periodici cartacei come 'Nota Bene' e 'LiberaMente' ed è un'opinionista di "Radio Onda Rossa" e "Radio Onda d'urto". Collabora con Radio Popolare Salento. Dal 2008 al 2012 ha lavorato per l'agenzia di stampa "Italiamedia". Ha contribuito alla realizzazione del lungometraggio 'Buongiorno Taranto' e al docufilm 'The italian dust'. Nel dicembre 2011 ha ottenuto il “Riconoscimento S.o.s. Taranto Chiama”, "per il suo impegno giornaliero d’indagine e approfondimento sui temi ambientali che riguardano la città". Nel febbraio del 2014 invece ha ottenuto il premio dei lettori nel "Premio Michele Frascaro, dedicato al giornalismo d’inchiesta", indetto dalle Manifatture Knos e patrocinato dall’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti , attribuito in base al voto on line, per la sua inchiesta sul progetto “Tempa Rossa” (Eni), che racchiudeva gli articoli scritti tra il 2011 e il 2012.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)