TARI, in Consiglio momentaneo nulla di fatto

 

L’AGER impone di rivedere le tariffe, ma un emendamento del consigliere Capriulo non raggiunge il numero legale. Tutto rinviato a domani.
pubblicato il 30 Luglio 2021, 19:41
37 secs

Oggetto di fortissime polemiche politiche, la determinazione dell’AGER (Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti) che ha di fatto imposto una revisione delle tariffe della tassa sui rifiuti approda in Consiglio Comunale, con una nuova seduta straordinaria (la seconda in una settimana).

La discussione, tuttavia, si arena immediatamente. Il consigliere di maggioranza Capriulo, infatti, dopo aver lamentato il ridottissimo tempo (appena due giorni) avuto a disposizione per valutare il da farsi, propone un emendamento che chiede, rispetto alla proposta di delibera stilata dalla direzione competente, di contenere l’aumento delle tariffe in un massimale dell’1,6% e di mantenere in vigore le specifiche riduzioni per famiglie e imprese colpite da chiusura durante il lockdown già approvate dal Consiglio Comunale. L’emendamento, tuttavia, non raccoglie consensi unanimi nella maggioranza, con il consigliere Bitetti che dichiara che non prenderà parte al voto, accompagnando la dichiarazione con un sibillino avviso ai colleghi di maggioranza circa la prossimità della campagna elettorale. L’emendamento, dunque, raccoglie solo 15 dei 17 voti richiesti in prima convocazione e la seduta termina con un nulla di fatto. Tutto rinviato a domani, in seconda convocazione, quando saranno necessari solo 11 consiglieri presenti.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)