Carcere Taranto, interviene il Garante nazionale

 

Inviate due Raccomandazioni urgenti al Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria subito recepite
pubblicato il 28 Luglio 2021, 18:36
2 mins

Dal 19 al 27 luglio 2021 il Garante nazionale delle persone private della libertà ha visitato dodici strutture di privazione della libertà tra Puglia e Basilicata. In particolare, tre diverse delegazioni si sono recate negli istituti penitenziari di Bari, Foggia, Lecce, Brindisi, Taranto, Trani, San Severo, Melfi e Turi e presso il Centro di permanenza per i rimpatri di Palazzo San Gervasio. Le tre delegazioni erano guidate dai tre componenti del Collegio del Garante: Mauro Palma, Daniela de Robert ed Emilia Rossi.

Diverse le criticità emerse, che verranno come da prassi illustrate in un Rapporto che sarà inviato alle Autorità competenti.

A seguito della visita nella Casa circondariale di Taranto, il Garante nazionale ha inviato due Raccomandazioni urgenti al Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria.

La prima ha riguardato la sezione femminile. Il Garante nazionale ha riscontrato una differenza di trattamento tra i quasi seicento detenuti uomini, sottoposti a un regime custodiale più aperto, e le venticinque detenute. Queste trascorrevano la maggior parte della giornata chiuse nelle camere di pernottamento. Il Garante ha dunque sollecitato l’Amministrazione a tenere le celle aperte durante il giorno. La Raccomandazione urgente è stata prontamente tradotta in un ordine di servizio che prevede il rientro delle detenute nelle celle solo per i pasti, la conta e le ore notturne. È stato inoltre rivisto, come da indicazione del Garante, l’orario del passeggio, precedentemente previsto nelle ore più calde del pomeriggio.

Oggetto della seconda Raccomandazione è stata la necessità di nominare al più presto un dirigente sanitario per la Casa Circondariale di Taranto, posizione rimasta vacante dopo le dimissioni del precedente dirigente. Il nuovo responsabile è stato nominato nella giornata successiva alla visita, come il Garante nazionale ha avuto modo di verificare nel corso di una seconda visita di follow-up.

Nel corso della missione il Garante nazionale ha svolto una serie di incontri istituzionali fra cui quello con la presidente del Consiglio Regionale pugliese, Loredana Capone e con l’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2021/07/27/111carcere-di-taranto-sospesa-la-direttrice-favoriva-detenuto/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)