Parcheggi no stop e dehors. CasaImpresa chiede un confronto al Comune

 

pubblicato il 27 Luglio 2021, 17:24
42 secs

«L’avvio dei parcheggi a pagamento attivi per dodici ore consecutive e l’azzeramento delle differenze della tariffa a seconda della zona, ci preoccupano non poco». Così Francesca Intermite, presidente di CasaImpresa Taranto.

«Ci interroghiamo infatti su quelli che potrebbero essere gli effetti sull’andamento, e quindi sull’affluenza di clienti, di alcune attività commerciali, soprattutto di quelle che si trovano nelle zone della città maggiormente interessate dal traffico delle auto. Decisione questa che inoltre potrebbe influire sulla presenza dei turisti, le cui intenzioni di raggiungere il centro cittadino (quindi negozi, bar e ristoranti) potrebbero essere smorzate dalla necessità di sostenere l’ulteriore costo per il parcheggio delle auto. Fatto certamente positivo quello rappresentato dalla possibilità data a bar e  ristoranti di occupare il suolo pubblico con tavolini. I dehors, che consentono ai pubblici esercizi di avere posti all’aperto, preziosissimi soprattutto in questo delicato momento, non devono però diventare una presenza ingombrante».

«Chiediamo dunque all’amministrazione comunale di Taranto che si apra un confronto su questi temi al fine di coinvolgere commercianti e titolari di esercizi pubblici in una decisione che inevitabilmente fa ricadere su di loro gli effetti. L’obiettivo è chiedere che questa scelta venga in qualche modo mitigata, contemperando le diverse esigenze».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)