Eventi: gli appuntamenti del venerdì

 

pubblicato il 22 Luglio 2021, 10:46
14 mins

Venerdì 23 luglio alle 21.00 nell’Arena Villa Peripato, “Dante – I Canti della Terra”, altro appuntamento all’interno del Magna Grecia Festival. Una rassegna ricca di eventi (ultimo quello del cantautore Roberto Vecchioni, grande successo) non poteva non dedicare massima attenzione al Sommo Poeta del quale ricorrono i settecento anni dalla sua morte. A dirigere l’Orchestra della Magna Grecia, il Maestro Roberto Molinelli, cui è stato commissionato un progetto che parte dalla tradizione e dall’importanza dei canti sardi “a tenore” ai giorni nostri, passando dal pop al rock. Fra i protagonisti della serata, Alessandro Catte (voce) e i Tenores di Bitti “Mialinu Pira” (dedicato al noto scrittore sardo), una delle formazioni più popolari del “canto a tenore”. Nato dall’imitazione delle voci della natura, questo stile vocale è stato inserito dall’Unesco tra i patrimoni dell’Umanità. Ingresso gratuito, su prenotazione.

Il Magna Grecia Festival, a cura dell’Orchestra della Magna Grecia e del Comune di Taranto, è realizzato in collaborazione con Programma Sviluppo, Five Motors, Fondazione Puglia e Fondazione Taranto 25. Come ad ogni appuntamento all’interno della rassegna, prima di ogni concerto l’operatrice culturale Nunzia Lecce illustrerà la storia e l’arte dei luoghi che ospitano l’evento e, più in generale, di Taranto e della Magna Grecia.

Roberto Molinelli, compositore, direttore d’orchestra e violista, ha studiato presso il Conservatorio “Gioacchino Rossini” di Pesaro, diplomandosi in viola con il massimo dei voti e lode. Ha collaborato con numerosi artisti, fra questi, Andrea Bocelli, Cecicilia Gasdia, Lucio Dalla, Valeria Moriconi, Alexia, Mario Lavezzi. Autore di opere e colonne sonore, ha scritto brani che abbracciano generi musicali che vanno dal classico sinfonico o da camera, al jazz e al pop.

Intitolato allo scrittore Mialinu Pira, il gruppo Tenores di Bitti, ha effettuato numerose tournée in Europa (Francia, Germania, Ungheria, Paesi Bassi, Danimarca, Polonia), Tunisia, Giappone, Brasile, Cile, Emirati Arabi. Nonostante la sua matrice tradizionale, il “Mialinu Pira” ha intrapreso un percorso di innovazione e trasversalità collaborando con musicisti di varia estrazione alla realizzazione di opere inedite.

DANTE, I CANTI DELLA TERRA. Ingresso gratuito, su prenotazione. Info, Orchestra della Magna Grecia – Taranto, via Giovinazzi 28 (392.9199935), via Tirrenia 4 (099.7304422). www.orchestramagnagrecia.it

 

 

Venerdì 30 luglio alle 21.00, nella suggestiva cornice della prestigiosa basilica SS. Pietro e Andrea del Relais Histò, “Felice notte, Mr. Mozart”. Protagonisti del programma musicale, Teresa Di Bari (soprano), Lucia Mastromarino (mezzo soprano), Giacomo Medici (baritono), Andrea Di Cesare (violino) e l’Orchestra Tebaide diretta dal Maestro Cosimo Maraglino.

Promossa dall’Associazione musicale di promozione sociale “Lumia Foudation”, nel corso della serata saranno eseguiti capolavori senza tempo del genio mozartiano in versione vocale e strumentale, il tutto all’interno di una location emozionante arricchita con proiezioni ambientali suggestive e coinvolgenti.

La basilica SS. Pietro e Andrea del Relais Histò, è un luogo d’altri tempi, all’interno dell’antica masseria di San Pietro in Mutata, risalente al 1392. Architettura unica, che oggi vive di un nuovo splendore, pervasa di dettagli, di pura bellezza, di un’affascinante storia, ospiterà un evento musicale unico, anch’esso affascinante e ricco di emozioni. L’imponente Basilica dei SS. Pietro e Andrea edificata nel X Secolo e valorizzata da proiezioni ambientali ed effetti visivi suggestivi condurrà il pubblico in un mondo parallelo.

Arie, duetti, terzetti, eseguiti da artisti di levatura internazionale come Lucia Mastromarino (mezzosoprano), Teresa di Bari (soprano), Giacomo Medici (baritono) già protagonisti in teatri come “La Scala di Milano”, “Teatro dell’ Opera di Roma” e il violino pop di Andrea Di Cesare, che molti conoscono per essersi espresso con lusinghieri risultati in orbita di artisti come Vasco Rossi e Negramaro. Fra i violinisti più eclettici ed attivi in Italia, Di Cesare è stato “Artista Yamaha”, scelto dalla nota Casa di produzione di strumenti musicali come testimonial internazionale.

Lucia Mastromarino, si diploma in Pianoforte e in Canto lirico al conservatorio di Bari con il massimo dei voti. Al suo attivo, corsi di perfezionamento e masterclass di approfondimento con Katia Ricciarelli e Raina Kabaivanska. Laureata in Discipline musicali con 110 e lode, ha cantato sui più importanti palcoscenici italiani e internazionali (Scala di Milano, Opera di Roma, Fenice di Venezia, Massimo di Palermo, Verdi di Trieste, Verdi di Parma, Opera al Cairo e Seoul). Al suo attivo anche esperienze registiche.

Il ricco parterre di artisti sarà sapientemente armonizzato e diretto dal Maestro Cosimo Maraglino, giovane talento al quale è stato pronosticato un futuro di successo. “Felice notte, Mr. Mozart”, è, nell’insieme, una visione del genio mozartiano, tanto classica quanto rivoluzionaria. Info: 339.6635476

 

 

È l’ora di “Dente. Fuori di me Live”. Venerdì 23 luglio, al Jackstore Social Club, entra nel vivo l’Alhambra Festival con il primo grande evento del nuovo cantautorato italiano. La rassegna, con la direzione artistica di Luca D’Andria e il Festival di Altramusicalive, è organizzata in collaborazione con il Comune di Taranto: un altro grande evento che contribuisce a rendere la città “Capitale dei Festival”. «L’offerta musicale e teatrale della nostra città cresce ancora – ha dichiarato l’assessore alla cultura Fabiano Marti – con concerti e spettacoli di altissimo livello che accontentano, come è giusto che sia, tutti i gusti».

Fresco di nuovo singolo, “Fuori di me”, pubblicato il 30 giugno, Dente ha raccontato così il brano: «Fuori di me è una canzone che gioca con la verità e la finzione, si destreggia tra l’istinto e la ragione, si interroga sulla vita e la morte e poi si butta sul divano».
Nel corso del concerto il cantautore si alternerà al pianoforte e alle chitarre con canzoni dal suo repertorio classico ma anche cover, inediti e canzoni mai eseguite dal vivo, tra basi registrate su cassetta, loop, campioni, voci registrate, suoni elettrici, digitali e acustici. La scenografia è disegnata e costruita appositamente per il concerto che rappresenta una ripartenza dopo il fermo imposto dalla pandemia.

Il concerto sarà aperto da un grande talento della nostra terra: Molla.

Giuseppe Peveri, alias Dente, nasce a Fidenza (PR) nel 1976. Poco più che adolescente intraprende la sua avventura musicale come chitarrista dei Quic, passando per la band La Spina (con due album all’attivo), per poi iniziare la carriera solista, che lo porta nel 2006 a firmare per Jestrai esordendo con il suo primo album ANICE IN BOCCA. Nell’aprile 2007 esce NON C’È DUE SENZA TE. Durante l’estate di quell’anno, Federico Fiumani invita Dente a reinterpretare una canzone dei Diaframma (“Verde”) per una compilation in uscita nei primi mesi del 2008. Qualche tempo dopo, Dente rivisita anche “Pensiero stupendo” di Patty Pravo, che diventa la sigla del programma omonimo in onda su Popolare Network il venerdì sera. Il passo successivo è la registrazione dell’ep “Le cose che contano” (con quattro nuove canzoni), uscito a febbraio 2008. Il 14 febbraio 2009 esce il nuovo album L’AMORE NON E’ BELLO, a cui segue un tour di oltre 80 date live in meno di 12 mesi. Nel corso dell’anno Dente partecipa anche al progetto “Il Paese è reale” degli Afterhours, con “Beato me”. Dal settembre 2009, su Il Fatto Quotidiano cura una propria rubrica settimanale dedicata alla musica chiamata “Il Disco Di Dente”. Al Mei 2009 vince il PIMI per l’album dell’anno, mentre arriva fra i cinque finalisti delle Targhe Tenco. Partecipa al Premio Tenco e nel 2010 parte con un nuovo tour intitolato “1910”. A fine 2010 fa parte del progetto “La leva cantautorale degli anni Zero” realizzato da Club Tenco e Mei con la casa discografica Ala Bianca. Nel 2011 è la volta del nuovo album IO TRA DI NOI, cui fa seguito nel 2014 L’ALMANACCO DEL GIORNO PRIMA, primo lavoro per la major SonyMusic.

L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e in assoluta sicurezza (distanziamento e misurazione della temperatura). Non occorrerà essere muniti di Green Pass per accedere al concerto.
Apertura delle porte alle ore 21, inizio concerto alle ore 22.

Costo dei biglietti 13 euro al botteghino.
Prenotazioni tavoli al 3928782031.
I biglietti si possono acquistare online al link: www.ticketsms.it.

Il tour è prodotto da Massimo Levantini per Baobab Music & Ethics.

Per informazioni: 392 8782031.

 

 

“Il viaggio di Luna” , spettacolo di pupazzi e burattini della compagnia Granteatrino di Bari, in scena
venerdì 23 luglio , in Piazza Scarano a Massafra, per “L’albero delle storie”, la rassegna a cura del
Teatro delle Forche dedicata alle famiglie.

Testo di Paolo Comentale. Con Anna Chiara Castellano Visaggi, Marianna Di Muro. Musiche
originali di Andrea Gargiulo. Pupazzi e oggetti Natale Panaro e Lucrezia Tritone. Scene di Anna
Chiara Castellano Visaggi. Regia Francesco Tammacco.
Ingresso ore 20.30, inizio ore 21.00. Posti limitati e prenotazione obbligatoria al numero
0998801932 o via mail all’indirizzo [email protected] . Biglietto unico 3 euro. Età
consigliata: 4 – 8 anni.

Luna, la protagonista dello spettacolo, è una bambina coraggiosa che insieme ai suoi amici, la
signora Pina, il signor Leoncino e la sua inseparabile gattina Monia, riuscirà a sventare le losche
mire di conquista e distruzione dell’avido e perfido barone Scalaquaranta. Con il loro aiuto e con i
consigli di Tramonto, un folletto simpatico e pasticcione, troverà il modo di salvare il suo paese,
Castellargentato, noto in tutto il mondo delle fiabe per le sue bellissime montagne di zucchero
filato. A Castellargentato lo zucchero filato è una risorsa preziosa, tutti gli abitanti lo adoperano in
vari modi: come colla, come trucco, come colore … Ecco perché è necessario impedire a
Scalaquaranta di spianare le montagne per vendere tutto lo zucchero filato e arricchirsi.

Lo spettacolo fa sognare, viaggiare e perché no, desiderare quanto c’è di più buono nella màdie
delle cuoche Pina e Gina che raccontano con simpatia e tenerezza la storia di Luna. I personaggi
sono pupazzi da tavolo con articolazioni simili a quelle umane animati a vista da due animatori. Le
scene, le luci, i movimenti dati ai personaggi, sostenuti dalla musica originale del maestro Andrea
Gargiulo, contribuiscono a rendere l’atmosfera fortemente suggestiva e poetica.
Le avventure volanti e mirabolanti dei protagonisti aiutano a riflettere sul corretto uso dei beni che
la Natura offre agli uomini; di quanto sia più giusto disporne con parsimonia per goderne tutti
insieme.

L’evento rientra in “Passi Sospesi”, progetto artistico del Teatro delle Forche, sostenuto dal fondo
regionale “FSC 14-20: Patto Per La Puglia. Interventi Per la Tutela e Valorizzazione dei Beni Culturali
e per la Promozione del Patrimonio Immateriale. Custodiamo la Cultura in Puglia 2021 – Misure di
sviluppo per lo spettacolo e le attività culturali” e dal Comune di Massafra, e nel cartellone “Yes
Massafra Estate 2021”.

L’iniziativa sarà svolta in ottemperanza alla normativa di contrasto alla diffusione del contagio da
Covid-19.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)