Salinella, il Comune presenta i progetti per il futuro

 

Incontro pubblico per disegnare il nuovo aspetto del quartiere in vista del 2026
pubblicato il 21 Luglio 2021, 20:27
4 mins

Proseguono gli incontri del Comune con la cittadinanza nei vari quartieri oggetto di interventi di riqualificazione. Dopo quello di qualche giorno fa in Città Vecchia è la volta della Salinella. Il quartiere sarà oggetto di una radicale revisione urbanistica in vista dei Giochi del Mediterraneo del 2026 che qui avranno il proprio fulcro, fra lo Stadio “Iacovone” e il campo di atletica leggera “Valente”.

L’incontro, organizzato dall’Urban Transition Center, è stato ospitato presso il Centro Socio-Sportivo della Parrocchia Santa Famiglia e ha visto la partecipazione degli assessori Viggiano e Occhinegro e del dirigente ai lavori pubblici Netti. All’incontro è brevemente intervenuto anche il Sindaco, il quale ha lodato la numerosa presenza di cittadini (niente affatto scontata alle 16.00 del 21 luglio) e ha rivendicato la scelta di lavorare in maniera importante sulla pianificazione prima di procedere con i cantieri nelle varie parti della città.

Fulcro dell’appuntamento, un lungo intervento dell’assessore Occhinegro che ha illustrato le linee essenziali del progetto di riqualificazione del quartiere.

Il rischio idrogeologico

Punto centrale del progetto, prima e al di là dell’impiantistica sportiva, è l’ultradecennale problema del rischio idrogeologico. Storia vecchia quanto il quartiere; ogni volta che la pioggia batte più forte del normale, marciapiedi e piani interrati finiscono sott’acqua. Fatto dovuto alla conformazione geologica dell’area (che era, per l’appunto, una salina), il Comune conta di risolverlo con una complessiva revisione della rete di canali di drenaggio (contestualmente alla quale saranno riasfaltate le strade), che dovranno far confluire le acque di risulta in due laghi artificiali, uno in corrispondenza del relitto della Salina Piccola, a sud del quartiere, e uno a est, fra il quartiere storico (l’ex CEP, per capirci) e i residence di più recente costruzione lungo via Lago di Levico. Negli auspici dei progettisti e dell’intera amministrazione questo aiuterà a mitigare il rischio e creerà ambientazioni suggestive, secondo l’ambizioso proposito di fare della Salinella «Il più grande parco urbano della città».

Ruderi da riqualificare

Per migliorare l’impatto estetico del quartiere, e in particolare della zona degli impianti sportivi, sarà necessario l’abbattimento dei ruderi che attualmente la imbruttiscono: la piscina comunale, accanto al campo di atletica e al PalaRicciardi, e il Liceo Lisippo, accanto allo Stadio “Iacovone”. E a proposito dello stadio, la riqualificazione dell’impianto e dell’intera area sarà oggetto di un bando internazionale. Criterio essenziale, il nuovo impianto dovrà avere una capienza minima di 20.000 posti coperti.

Fra boulevard e accessi monumentali

Verrà rivisto radicalmente anche l’assetto viario. La centrale piazza del mercato sarà rivista per essere adattata a nuovi utilizzi (si sta ipotizzando addirittura la possibilità di coprirla). Via Lago Maggiore, che costeggia lo stadio, diventerà, parole dell’assessore Occhinegro, un «boulevard» per il passeggio, che sarà incentivato aumentando le dimensioni dello spartitraffico centrale, che assumerà le forme di un vero e proprio viale pedonale, a scapito della carreggiata per le auto. In corrispondenza del rondò Anna Fougez, poi, sarà installata (e sarà da capire se solo temporaneamente) una porta che segnerà anche architettonicamente l’ingresso nell’area designata per i Giochi. Con l’auspicio che ciò sia di occasione anche per rivedere l’attuale assetto viario di quell’area, la cui funzionalità è… discutibile.

Un piano monumentale

Quello presentato appare un progetto estremamente ambizioso. E se da un lato non ci si aspettava di meno, data la portata dell’evento che il quartiere dovrà ospitare (rappresentando l’intera città), dall’altro ne andranno seguiti con estrema attenzione gli sviluppi.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)