San Lorenzo da Brindisi e l’opera dei frati cappuccini

 

Mercoledì 21, la festa del Santo titolare della parrocchia
pubblicato il 20 Luglio 2021, 10:18
3 mins

La parrocchia di San Lorenzo da Brindisi (in viale Magna Grecia) in questi giorni festeggia il santo titolare. Come avviene un po’ ovunque, anche quest’anno la comunità dovrà rinunciare alla iniziative esterne. La sera della vigilia, martedì 20, in chiesa ci sarà una veglia di preghiera guidata dal parroco padre Pietro Gallone con inizio alle ore 20.30. Mercoledì 21, sante messe saranno celebrate alle ore 7.30 e alle ore 8.30. In serata allieterà le vie del quartiere la banda musicale”Città di Crispiano” diretta dal maestro Francesco Bolognino. Alle ore 19.30 , solenne celebrazione eucaristica presieduta da fra Gianpaolo Lacerenza, ministro provinciale dei frati cappuccini. Al temine l’immagine di San Lorenzo da Brindisi sarà portata sul sagrato per la benedizione del quartiere, accolta dalle musiche della banda che successivamente eseguirà marce sinfoniche.

Quella di San Lorenzo da Brindisi è una delle parrocchie dov’è particolarmente vivo il senso dell’accoglienza, vera oasi di umanità dove nessuno viene mandato via senza ottenere ascolto e consolazione. La porta del cuore dei frati cappuccini rimane sempre aperta a chi ha bisogno e questo fa sì che da tutta la città vengano bussare al convento di viale Magna Grecia per ottenere un consiglio e magari un abbraccio in un momento di difficoltà. Per tutto ciò, l’intero quartiere è grato a questi discepoli di San Francesco, ricordando che sin dalla loro venuta, essi hanno sempre difeso i diritti dei suoi abitanti, con umiltà e nel contempo fermezza, anche a costo di farsi dei nemici.

Tanti i volti di questi frati che scorrono nella mente: padre Bonaventura, padre Severino, padre Vincenzo, padre Damiano, padre Virgilio, padre Agatangelo, padre Cataldo, padre Corrado (sempre disponibile per le confessioni, nonostante gli acciacchi dell’età). Lontani o nella liturgia del Cielo, li si potrà reincontrare partecipando alle celebrazioni di questi giorni, uniti nella comunione dei santi.

Infine, brevi cenni biografici sulla figura di San Lorenzo da Brindisi. Frate cappuccino (1559 – 1619), raffinato e mistico, dottore della Chiesa, poliglotta, venne proposto anni addietro come compatrono d’Europa per la sua incessante opera di messo di pace e diplomatico tra i principi cattolici del Continente. Fu amante della santa messa (che durava addirittura diverse ore), studioso instancabile della Bibbia e insegnò ai cattolici il valore della lettura e conoscenza della Parola di Dio. Fu riconosciuto “eroe dei cristiani” anche dai protestanti, solitamente a lui avversi per la sua logica stringente nel difendere la fede cattolica, e figura modernissima di religioso impegnato a creare incontri tra gli uomini e tra Dio e l’uomo.

Condividi:
Share

Un Commento a: San Lorenzo da Brindisi e l’opera dei frati cappuccini

  1. Fra

    Luglio 20th, 2021

    Perché sia alla San Lorenzo che di fronte non ci sono i mattoni per terra ,fate tutto a metà ormai siamo diventati la città di pulcinella !! Vergogna viale magna Grecia è diventata un obbrobrio per merito vostro .

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)