“I numeri del SailGP a Taranto? Un successo”

 

Il sindaco Melucci illustra il bilancio effettuato e certificato da due società di consulenza: "Città proiettata verso un futuro differente"
pubblicato il 19 Luglio 2021, 16:48
5 mins

Ad oltre un mese e mezzo dall’evento, ecco i numeri. Il SailGP, la tappa del circuito mondiale per gli splendidi catamarani F50 che si è svolta nel Mar Grande di Taranto, ripagano dell’investimento. Lo certificano due società di consulenza indipendenti, Deloitte e YouGovSport, che hanno analizzato la ricaduta – in termini economici e mediatici – dell’evento tarantino, confortando così la scelta effettuata dal Comune di Taranto di ospitare il circus della vela mondiale.

Soddisfatta l’Amministrazione comunale, specialmente il sindaco Rinaldo Melucci che, in conferenza stampa, affiancato dall’assessore al Marketing Fabrizio Manzulli e al segretario generale Eugenio De Carlo, ma soprattutto in videoconferenza con il chief operating officer di SailGp Julien di Biase, ha illustrato le cifre positive dell’evento.

“Taranto si proietta verso un futuro di certo sostenibile e differente”, tra le parole del discorso di Melucci. “Abbiamo creduto molto in questo evento e il bilancio ci ha dato ragione – aggiunge, in sintesi -, soprattutto perchè Taranto ha mostrato capacità e quanti hanno seguito l’evento hanno compreso e ammirato le sue bellezze”.

Del resto la mission era semplice: scommettere sulle tante ‘cartoline’ che la città offre e diffonderle sul pianeta, a fronte di un investimento economico di certo importante (2,5 milioni circa) ma che la lungimiranza vuole esser stato ben ripagato.

“I numeri ci dicono che l’impatto economico sulla città è stato di poco meno di 7 milioni di dollari – spiega Melucci -. Anzi, se non ci fossero state le restrizioni da pandemia, avrebbe toccato i 12 milioni di dollari”. Insomma, una ricaduta sul territorio, secondo i dati ufficiali, nient’affatto trascurabili, tutt’altro.

“Della tappa di Taranto – è Juliene di Biase ad affermarlo – ne abbiamo parlato ancora nell’ultima in Gran Bretagna, perchè siamo rimasti colpiti da come la città si sia prestata a un evento come il nostro. Uno scenario bellissimo, che non ha nulla da invidiare a città come Saint Tropez, Philadelphia, per esempio. E se le cifre per esempio sugli spettatori sembrano basse (28mila – ndr) è soltanto perchè la pandemia ha frenato, ve lo garantisco, molta gente che poteva muoversi da altri Paesi europei, e non solo, per raggiungere Taranto. Quindi, anche da parte nostra siamo davvero molto contenti per l’impatto che Taranto ha ottenuto per se stessa e sulla nostra organizzazione”. Un bel riconoscimento, senza dubbio, da chi lavora per eventi mondiali come il SailGP.

I numeri indicano pure come la copertura mediatica sia stata notevolissima, perchè il SailGP per esempio ha raggiunto 466 ore di trasmissione tv per un totale di oltre 73 milioni in audience. Per non dimenticare gli 8 milioni di video che hanno girato sui social media.

Del resto, non c’è dubbio che eventi di portata mondiale siano il traino per far conoscere la città e offrire una narrazione finalmente diversa. Anche per quei contatti economici necessari a oltrepassare le Cheradi: “Importante anche il percorso internazionale per l’imprenditoria locale, perchè sono stati presi contatti e questo è un aspetto molto positivo – il commento dell’assessore al Marketing, Fabrizio Manzulli -. Chi non capisce che queste sono opportunità che vanno tarate nel tempo, perchè nel tempo si ottengono poi risultati ancor più duraturi, secondo noi sbaglia”.

Ci sarà il replay il prossimo anno? “E’ il nostro auspicio – le parole di Melucci -, ma non soltanto per il SailGP. Nel senso che cercheremo di organizzare insieme con loro altri eventi importanti”.

Per la cronaca, e per la curiosità di conoscere come stanno le cose nel SailGP, a Plymouth – in Gran Bretagna – si è disputata la terza tappa. Dopo le prove alle Bermuda e a Taranto, la competizione si è trasferita in terra d’Albione, dove lo spettacolo non è mancato in un weekend davvero carico di colpi di scena. L’Australia ha trionfato sconfiggendo Francia e USA. Australia e Gran Bretagna occupano adesso il primo posto in classifica generale con 22 punti all’attivo, hanno una lunghezza di vantaggio sulla Francia e tre sugli USA e il Giappone. Nuova Zelanda ultima con 17 punti. Prossimo appuntamento il 20-21 agosto ad Aarhus (Danimarca).

Condividi:
Share
Giornalista pubblicista, tarantino, 56 anni, fino al 2003 ha curato le pagine sportive del "Corriere del Giorno", seguendo principalmente il Taranto e il mondo della pallavolo. È stato corrispondente de "La Gazzetta dello Sport" fino al 2004. Ha poi diretto, sono al 2007, il mensile di cultura e spettacoli "Pigreco". Dal 2007 a luglio del 2015 è stato direttore responsabile del quotidiano "TarantoOggi".

Commenta

  • (non verrà pubblicata)