“Ferretti a Taranto grazie a lavoro governo Conte II”

 

Il senatore Turco, ex coordinatore del CIS Taranto e sottosegretario con delega alla programmazione economica nel Governo Conte II, ringrazia Regione Puglia, Authority e azienda
pubblicato il 15 Luglio 2021, 18:10
3 mins

Il Gruppo Ferretti, leader nella costruzione e nella vendita di imbarcazioni di lusso, ha scelto di investire a Taranto grazie al progetto di riqualificazione dello yard ex Belleli istituito e finanziato nel CIS Taranto dal Governo Conte II. Nel progetto di bonifica dell’area portuale interessata, così come si era detto, troveranno impiego anche i 130 lavoratori ex Infrataras/Isola Verde.

“L’ingresso del Gruppo Ferretti nel panorama imprenditoriale di Taranto, è una conferma del grande lavoro svolto dal Governo Conte II, in sinergia con la Regione Puglia. Nonostante l’emergenza pandemica siamo riusciti ad attrarre importanti risorse finanziarie pubbliche e soprattutto private per la rinascita economica della città di Taranto. L’attività del colosso della nautica favorirà ulteriori filiere produttive e creerà nuovo lavoro, con oltre 200 unità lavorative dirette” afferma il senatore Mario Turco, ex coordinatore del CIS Taranto e già Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alla programmazione economica nel Governo Conte II.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2021/07/15/cis-taranto-gruppo-ferretti-firma-accordo-di-programma/)

“Il progetto permetterà di bonificare una vasta area di territorio costiero, favorendo un importante insediamento industriale che creerà lavoro e filiere produttive. Questo binomio bonifica-insediamento produttivo rappresenta un’importante innovazione introdotta nei Contratti Istituzionali di Sviluppo e, soprattutto, per l’area di Taranto. L’iter amministrativo e progettuale iniziato ad aprile dell’anno 2020 si è finalmente concluso in tempi rapidissimi grazie al lavoro sinergico compiuto nei mesi scorsi a livello governativo e territoriale. Adesso, Taranto potrà guardare al futuro sapendo di poter puntare su un settore strategico che è quello della nautica“.

Turco prosegue: “Oltre alle centinaia di lavoratori che saranno assunti dal Gruppo Ferretti per lo svolgimento della nuova attività in partenza a Taranto, sono salvi anche i 130 ex dipendenti Infrataras/Isola Verde, attualmente fruitori del trattamento di disoccupazione Naspi e a tutela dei quali soltanto alcuni giorni fa ho depositato un’interrogazione parlamentare. Grazie al sostegno finanziario messo a disposizione anche dalla Regione Puglia, il loro lavoro sarà fondamentale per i servizi ambientali nell’area di Taranto”.

Conclude il senatore tarantno: “Dopo l’accordo siglato a Taranto lo scorso 8 ottobre in occasione della riunione del Tavolo Istituzionale Permanente (TIP), alla presenza dell’ex Presidente Giuseppe Conte, oggi è finalmente finito l’iter di sottoscrizione dell’accordo di programma, con la firma dell’Amministratore Delegato del Gruppo Ferretti, Avv. Alberto Galassi, alla presenza del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Ci tengo a ringraziare il Presidente Michele Emiliano, insieme a tutto il Gruppo Ferretti, in particolare l’Amministratore Delegato, avv. Alberto Galassi, e l’Autorità Portuale di Taranto, nella persona del Presidente Sergio Prete, per la grande sinergia dimostrata in questo lungo percorso, nell’interesse esclusivo della Puglia, di Taranto e dei tarantini”.

(leggi il nostro articolo https://www.corriereditaranto.it/2021/07/14/cis-taranto-la-vera-partita-e-sulle-bonifiche-1/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)