Matrimonio col “botto”: scatta la denuncia

 

pubblicato il 15 Luglio 2021, 20:24
1 sec

Individuato e denunciato a tempo di record dalla Polizia di Stato di Taranto il responsabile dell’accensione di una batteria di fuochi d’artificio ripreso in un video pubblicato qualche giorno fa sui social.

Nelle immagini, dalla prospettiva della centralissima via d’Aquino si sentono i botti e si intravedono i fuochi davanti alla Chiesa del Carmine esplosi alla fine della celebrazione di un matrimonio.

Avviate le indagini, i poliziotti dell’UPGSP hanno individuato il matrimonio che, per circostanze di tempo e luogo, era compatibile con le immagini diventate virali.

Uno dei familiari degli sposi aveva pensato di festeggiare l’evento accendendo una batteria di fuochi, al di fuori di ogni cautela per l’incolumità fisica dei partecipanti e dei passanti.

L’uomo è stato denunciato per accensione ed esplosioni pericolose.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)