Cis Taranto, Carfagna ‘vede’ e rassicura i sindacati

 

Incontro in remoto. Annunciata riunione del Tip il 12 luglio. Rassicurazioni su investimento Ferretti e su 93 milioni per il porto. E attenzione su Verde Amico
pubblicato il 07 Luglio 2021, 21:18
3 mins

Questo pomeriggio le organizzazioni sindacali confederali CGIL CISL UIL di Taranto, in modalità da remoto, hanno incontrato il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, on.le Mara Carfagna, al fine di trattare le problematiche connesse alla prossima riattivazione del Tavolo Istituzionale Permanente (TIP) per l’area di crisi complessa di Taranto.

I segretari generali hanno sollevato un primo aspetto che attiene ai livelli relazionali, chiedendo di ripristinare il metodo seguito sin dall’attivazione del Tavolo, avvenuta nel 2015, che si è sostanziato, sia nella disponibilità di fruire di tutta la documentazione relativa ai lavori del consesso (ordine del giorno, verbali delle sedute, documentazione progettuale), che di fruire di occasioni di confronto, in modo da poter riprendere a svolgere un’efficace azione di interlocuzione con il Governo.

Gli stessi hanno proseguito ribadendo la necessità di riportare al centro dell’agenda politica il tema del lavoro, attraverso l’adozione delle misure di protezione a favore del mercato locale (clausola sociale), riprendendo la regolamentazione non ancora formalizzata a causa della crisi politica che ha riguardato l’ultima esperienza di Governo.

Inoltre, hanno posto all’attenzione del Ministro l’emergenza occupazionale che continua a riguardare i 130 lavoratori di Infrataras, già impegnati nel progetto Verde Amico. Con l’occasione hanno espresso preoccupazione per la sospensione degli interventi di bonifica sul territorio dell’area di crisi  complessa che rischiano di creare ulteriori danni al già precario equilibrio ambientale. Il Ministro Carfagna ha fornito ampia assicurazione rispetto a tutte le problematiche rappresentate, garantendo l’impegno personale nel ripristinare i livelli relazionali con le parti sociali, analogamente a quanto sta accadendo in ogni analoga situazione che riguardi il Ministero del Sud, ed ha fornito una prima valutazione positiva a proposito delle questioni che attengono all’introduzione di elementi di regolazione del mercato del lavoro locale.

Ha, inoltre, fornito ampia assicurazione in merito agli investimenti del Gruppo Ferretti sull’area dello Yard Belleli, prossima la sottoscrizione dell’Accordo di Programma, e di altri 93 milioni di euro di investimenti infrastrutturali nell’area Porto di Taranto. Il Ministro, nell’anticipare che la prossima seduta del Tavolo Istituzionale Permanente si terrà il giorno 12 luglio prossimo, ha fornito ampie garanzie per la ricollocazione al lavoro dei 130 dipendenti di Infrataras attraverso un’azione congiunta da condurre con la Regione Puglia ed il Comune di Taranto, riavviando il progetto di bonifica.

Da ultimo, lo stesso Ministro, ha preannunciato la volontà di rilanciare, nell’immediato, i lavori di bonifica anche attraverso una rivisitazione della governance territoriale. Le organizzazioni sindacali hanno espresso una valutazione positiva circa i contenuti dell’incontro e delle assicurazioni ricevute, ribadendo la propria piena disponibilità a riprendere tutte le azioni che potranno essere utili per il rilancio del territorio.

(leggi gli articoli sul Cis Taranto https://www.corriereditaranto.it/?s=cis+taranto&submit=Go)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Un Commento a: Cis Taranto, Carfagna ‘vede’ e rassicura i sindacati

  1. Franco

    Luglio 7th, 2021

    I sindacati avevano in realtà bisogno di rassicurazioni sul menù del buffet

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)