Ex Ilva, sindacati: “L’8 al MiSE vogliamo risposte”

 

Decisa la sospensione momentanea dell’assemblea indetta per domani 2 luglio
pubblicato il 01 Luglio 2021, 17:43
35 secs

E’ giunta ieri alle organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm di Taranto, la convocazione per il prossimo 8 luglio, necessaria ad affrontare le tante problematiche che riguardano il presente e il futuro dello stabilimento siderurgico, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, confronto al quale parteciperà anche il ministro del Lavoro, Orlando.

“Infatti, da tempo assistiamo a continui rinvii sul piano ambientale e industriale che determinano, di fatto, una condizione inaccettabile per la città e per i lavoratori” sostengono i sindacati. Che in occasione dell’incontro ministeriale chiederanno, “oltre alle prospettive future dello stabilimento, di affrontare tematiche che riguardano l’utilizzo della cassa integrazione, i futuri assetti di produzione e il riconoscimento del Premio di Risultato per l’anno 2021, così come richiesto dalle segreterie nazionali per il gruppo Acciaierie d’Italia”.

Pertanto, Fim, Fiom e Uilm di Taranto annunciano “la sospensione momentanea dell’assemblea indetta in data 2 luglio e, a seguito della riunione ministeriale, Fim, Fiom e Uilm convocheranno il consiglio di fabbrica dei RSU di Acciaierie d’Italia e successivamente programmeranno le assemblee con i lavoratori per illustrare i contenuti dello stesso incontro”.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2021/06/30/ex-ilva-orlando-8-luglio-incontro-importante/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)