Palio di Taranto, prima manche sabato 3 luglio

 

pubblicato il 30 Giugno 2021, 19:16
4 mins

E’ stata presentata questa mattina al Castello Aragonese la 36.ma edizione del “Palio di Taranto”, gara di imbarcazioni a remi rappresentanti i quartieri cittadini, organizzata dalla omonima associazione presieduta da Francesco Simonetti col patrocinio di Regione, Comune, Provincia, Agenzia regionale Asset e sotto l’egida della Federazione italiana canottaggio a sedile fisso, in collaborazione con la Marina Militare.

La prima manche è per sabato 3 luglio sul canale navigabile, dove alle ore 18 ci sarà lo “start”. In precedenza, alle ore 16, davanti alla sede del “Palio” verrà effettuata la pesatura delle imbarcazione, con il saluto del sindaco e la benedizione degli equipaggi. Dopo il sorteggio delle corsie, avrà quindi inizio la gara che, per le normative sul distanziamento, verrà effettuata in due successive batterie. Saranno però nove le imbarcazioni a effettuare il periplo della Città vecchia: mancherà un equipaggio in quanto uno dei componenti ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico.

La seconda tornata si svolgerà sabato 31 luglio, con successiva premiazione. L’equipaggio vincitore, cui andrà il quadro raffigurante la “Madonna del Palio” (opera della pittrice Enza Sibilla) avrà il diritto di partecipare all’importante Palio di Procida, in programma proprio il giorno successivo, domenica 1 agosto.

Il “patron” del Palio, Francesco Simonetti parla del grande fermento fra i vogatori che, nella prospettiva di questa gara, si sono allenati per tutto un anno con grande sacrificio e non vedono l‘ora di poter mettere a frutto l’impegno profuso, pur in momenti difficili vissuti col timore del contagio.

“Siamo riusciti a ottenere una manifestazione – annuncia–che ancora una volta proietterà Taranto alla ribalta nazionale nell’ambito sportivo. Infatti, la Federazione italiana canottaggio sedile fisso ci ha concesso l’organizzazione di una delle quattro tappe di gara nazionali riservate alla categoria delle lance a dieci remi. L’appuntamento è per domenica 4 luglio alle ore 10, davanti alla sede del Palio, con gli equipaggi che si sfideranno sulle acque antistanti”.

Alla presentazione del Palio, anche l’assessore al turismo Fabrizio Manzulli, che ha ribadito la vicinanza dell’amministrazione comunale a questa bella manifestazione. “Bisogna insistere sempre di più sulla sua valorizzazione – afferma – in quanto evento simbolo della città e fra i pochi di questo genere che si svolgono in Italia. Sulle modalità da perseguire a tal scopo stiamo discutendo tantissimo con Puglia Promozione. Inoltre in questi giorni andrà in rete un video dedicato alla gara e ai suoi atleti che abbiamo registrato durante la SailGp. Il Palio di Taranto funziona e gira anche a livello nazionale e riteniamo che possa diventare uno degli attrattori turistici più importanti della città. Recentemente siamo stati ospiti anche a Reggio Calabria per programmare iniziative inerenti questo percorso sportivo e tradizionale che tutti insieme stiamo portando avanti”.

Il Palio di Taranto sarà anche presente alla Fiera del Mare, che si terrà nel mese di ottobre, e, con modalità da valutare, ai Giochi del Mediterraneo in programma, com’è noto, nel 2026 nella nostra città.

Hanno presenziato alla conferenza stampa anche il comandante della Guardia Costiera Diego Tomat (importante il suo ruolo per la sicurezza degli equipaggi durante le gare), il comandante del castello aragonese Vito Pasquale Mannara (che ha ribadito la vicinanza della Marina Militare alla città) e il cav. Giuseppe Graniglia, già presidente provinciale Coni e a lungo ufficiale di gara del Palio, manifestazione che, in pratica, ha visto nascere. Francesco Simonetti, al termine, ha anche ringraziato i vigili del fuoco per aver messo a disposizione i propri sommozzatori, il cui apporto è diventato indispensabile per una gara così importante come quella tarantina.

Foto Studio cav. Renato Ingenito

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)