Pazienti pediatrici fragili, al via la vaccinazione

 

Saranno i pediatri di libera scelta e i medici di medicina generale ad individuare i destinatari.
pubblicato il 26 Giugno 2021, 19:59
4 mins

È partita ufficialmente al San Pio di Castellaneta la campagna vaccinale contro il Covid dei pazienti fragili in età pediatrica e adolescenziale, di età compresa tra i 12 e i 15 anni. Il team della medicina pediatrica del presidio di Castellaneta ha realizzato, appositamente per l’occasione, un questionario conoscitivo interattivo che i piccoli pazienti possono compilare durante il periodo di osservazione successivo alla vaccinazione, supportati da un familiare laddove necessario. Il questionario è raggiungibile tramite QR-code stampato sul volantino realizzato e distribuito per l’iniziativa. La brochure riporta anche le risposte più frequenti ai dubbi sul vaccino anti-covid, gli effetti e i benefici in età pediatrica, in linea con le linee guida della Società Italiana di Pediatria (SIP). Il questionario è stato realizzato sulla base dei dati della letteratura, grazie alla partnership tra la struttura di pediatria e la psicologa Anna Maria Cassano dell’ambulatorio di Psicologia Clinica ospedaliera. “Ci siamo chiesti, perché un questionario? – dichiara la dr.ssa Iolanda Chinellato, responsabile della SSD Pediatria del San Pio – L’obiettivo del questionario, oltre che coinvolgere attivamente i giovani vaccinati, è quello di raccogliere dati sulla nostra popolazione target. Le ricadute della pandemia e dell’infodemia sugli adulti sono certamente complesse. Esse però lo sono ancora di più se si riflette sulla portata che la macro-situazione ha sui bambini e sugli adolescenti. Le condizioni di fragilità e di grande vulnerabilità rischiano di essere amplificate a breve e medio termine. La possibilità di vaccinare pazienti in età evolutiva rappresenta uno scenario nuovo e si pone come fattore protettivo necessario a ridurre le ripercussioni negative che l’onda lunga del covid rischia di slatentizzare”. Per le modalità operative sul reclutamento e le prenotazioni, la procedura attivata prevede che siano i pediatri di libera scelta, o i medici di medicina generale, ad individuare tra i propri assistiti i pazienti di età 12-15 anni con fragilità e con patologia, segnalandoli e affidandoli alla pediatria del San Pio per la vaccinazione, attraverso contatti dedicati (email: [email protected] – contatto Whatsapp 331264578 – tel. 099 8496681).

Prosegue la vaccinazione generale

Prosegue, intanto, la campagna vaccinale in Asl Taranto: nella provincia jonica, dall’inizio della campagna vaccinale sono state somministrate, in totale, oltre 480mila dosi di vaccino.

Gli hub vaccinali di Taranto e provincia continuano regolarmente le attività della campagna vaccinale, come da prenotazioni dei cittadini e cronoprogramma. Stamattina sono state somministrate circa 1.800 dosi di vaccino, così distribuite: 439 dosi al PalaRicciardi di Taranto, 438 dosi a Grottaglie, 434 dosi a Manduria, 486 dosi a Massafra.

Per l’impegno profuso nella lotta al Covid e, in particolare, nell’organizzazione della campagna vaccinale a Taranto e provincia, nei giorni scorsi il Lions Club Taranto Host ha assegnato il premio “Dies Virtutis” al Dott. Michele Conversano, Direttore del Dipartimento di Prevenzione ASL Taranto, al Dott. Roberto Rizzi, Coordinatore dei tecnici della prevenzione e coordinatore della campagna vaccinale Covid-19, e al Dott. Giovanni Battista Buccoliero, Direttore del Reparto Malattie Infettive all’ospedale “Moscati” di Taranto. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno a personalità che si sono distinte per l’impegno sociale, professionale ed etico, e che per tale ragione meritano di essere segnalate all’attenzione della città.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)