Una città per cambiare: «Amministrazione bocciata dai revisori»

 

Si prepara una seduta molto accesa del Consiglio Comunale. Iniziano ad accendere la miccia i consiglieri Battista e Corvace, di "Una città per cambiare"
pubblicato il 20 Giugno 2021, 14:56
2 mins

Alla vigilia della seduta di Consiglio Comunale che dovrà approvare il rendiconto di gestione 2020 si accende già il fuoco delle polemiche. A dare il via ad un dibattito che, certamente, esploderà domani in aula è il gruppo consiliare “Una città per cambiare”, composto dai due consiglieri ex-M5S Massimo Battista e Rita Corvace.

In una nota i due consiglieri divulgano la notizia della mancata approvazione del rendiconto da parte dei Revisori dei Conti.

«Il Collegio dei Revisori dei Conti del Comune di Taranto – recita il documento riportato nella nota – in riferimento alla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione, tenuto conto di tutto quanto esposto, rilevato e proposto, esprime giudizio negativo per l’approvazione del rendiconto dell’esercizio finanziario 2020, risultando i dati contabili non coerenti con le verifiche effettuate».

«Il Collegio – riportano ancora Battista e Corvace – evidenzia la necessità di maggiori accantonamenti per complessivi euro 27.501.479,73 (3.599.565,50 + 23.881.513,00 + 20.401,23), somme non disponibili in avanzo libero. I rilievi sono stati comunicati alla direzione finanziaria dell’Ente e alla Presidenza del Consiglio, affinché vengano adottate le opportune correzioni. Permanendo tale situazione, l’Ente risulta in disavanzo».

Un atto ineludibile

L’approvazione del rendiconto non è un passaggio qualsiasi. Battista e Corvace, infatti, ricordano nel loro comunicato che, qualora esso non fosse approvato dal Consiglio, si andrebbe addirittura incontro allo scioglimento del consiglio comunale. Un’eventualità remota, poiché senz’altro la Giunta e il Consiglio si adopereranno per l’adozione delle correzioni cui i revisori fanno riferimento, ma che pone sicuramente un grosso ostacolo sul cammino della Giunta guidata dal sindaco Rinaldo Melucci.

«Ci resta pertanto da sottolineare – concludono Battista e Corvace – la condotta fallimentare di questa amministrazione che, evidentemente, non ha seminato la rinascita, ma solo mutui e debiti. Amministrazione fallimentare, e non è ancora finita, nelle prossime settimane ci saranno altre sorprese e tanta gente dovrà chiedere scusa. Altro che rinascita…».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Un Commento a: Una città per cambiare: «Amministrazione bocciata dai revisori»

  1. Fra

    Giugno 21st, 2021

    Più che rinascita ,la morte del cigno è l’emblema di questa giunta ,loro e la sudditanza verso Bari ,siete inetti e scarsissimi ,se dovessimo vendere le vostre fra chiacchiere non avremmo debiti e mutui da pagare ,ci fate vergognare giorno per giorno .. mi chiedo se uscissimo dalla regione Puglia ,se TALSANO non facesse parte di questo comune ,se diventassimo una colonia britannica o spagnola non sarebbe una via d’uscita ? Non ce la faremo mai stiamo in recessione totale ,drago ,governo dei migliori che ne dite di fare qualcosa dopo tutte le sofferenze che i tarantini hanno subito e che continueranno a subire ..

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)