Leonardo Grottaglie, incontro tra Rsu e azienda

 

Vertice su varie tematiche. La Rsu Fiom chiede incontro su CCNL ed evidenzia problematiche dopo che azienda ha negato utilizzo varco ex Matarrese
pubblicato il 10 Giugno 2021, 18:29
4 mins

Questo pomeriggio si è tenuto l’incontro sindacale sul tema manutenzione tra RSUDirezione Aziendale Leonardo spa e responsabili reparto manutenzione.

Questo il report delle Rsu. “E’ stata illustrata la ripartizione dei carichi di lavoro nei diversi turni, sottolineando come la richiesta di interventi manutentivi si concentrino durante il terzo turno e weekend. Per questi motivi, a partire dal mese di settembre, il reparto manutenzione ritornerà ad osservare i 21 turni ad organico pieno anche di sabato e domenica.

A Giugno verranno formati 7 meccanici come PAV elettrici, l’obiettivo è che tutti i meccanici abbiano formazione PAV, e tutti gli elettrici formazione PES, inoltre verranno avviati i corsi per l’abilitazione all’uso delle piattaforme elevabili, anticendio, primo soccorso.

In merito alla problematica della quadratura ferie solidali con il cedolino di Giugno verranno sanate le anomalie riscontrate nei cedolini degli scorsi mesi.

Per i corsi di formazione il reparto manutenzione li seguirà nel mese di luglio suddivise in due casate, la prima dal 5 luglio al 16 luglio e la seconda dal 19 al 30 luglio.

Infine, in merito alla mensa nei giorni festivi e turno notturno abbiamo chiesto che venga rispettato quanto già concordato, quindi l’utilizzo dei moduli per la composizione delle derrate alimentari previste” concludono le Rsu Fim, Fiom e Uilm Leonardo Grottaglie.

La Rsu Fiom Leonardo Grottaglie in una comunicazione indirizzata all’azienda Leonardo S.p.A. Divisione Aerostrutture e in particolare alla HR Divisione Aerostrutture, ha chiesto un incontro per una valutazione congiunta “in riferimento al punto 1.3 dell’art. 1 – Classificazione dei lavoratori, Sezione Quarta – Titolo II dell’Accordo di rinnovo del CCNL Metalmeccanici del 5 febbraio 2021 e della tabella in base alla quale i lavoratori in forza al 31 maggio 2021 trovano evidenza del livello di inquadramento che sarа applicato dal 1° giugno 2021, la scrivente RSU Fim-Fiom-Uilm, richiede un incontro per effettuare una valutazione congiunta della conformitа rispetto a quanto riportato nel CCNL”.

Sempre la Rsu Fiom Leonardo Grottaglie estende un invito a tutti i lavoratori. “Continua il disservizio che l’azienda ha creato a tutte le lavoratrici e lavoratori, negando l’uscita, regolarmente autorizzata, dal varco “ex Matarrese” fuori dagli orari di inizio e fine turno. Questa imposizione aziendale del tutto incoerente, visto che la stessa azienda ha indicato il varco “ex Matarrese” come quello principale per l’ingresso e uscita per i dipendenti Leonardo, crea quotidianamente disagi ai colleghi che per motivi personali devono terminare il proprio turno di lavoro anticipatamente, o iniziarlo posticipatamente, o per motivi aziendali terminarlo posticipatamente. Nonché si ravvisano problemi di sicurezza per i lavoratori che, anche di notte, sono costretti a dover effettuare il percorso perimetrale esterno all’azienda per raggiungere la vettura. Nonostante le ripetute richieste da parte della RSU e nonostante l’impegno verbale della Direzione Aziendale nel risolvere la problematica, non si è ancora posto fine a tale disservizio, invasivo nei confronti dei lavoratori e della loro vita privata. Pertanto, fino al ripristino della normale continua ed ovvia accessibilitа del varco “ex Matarrese”, invitiamo a partire dal 14 giugno  i lavoratori a parcheggiare al varco “principale” ed a non utilizzare il varco ex Matarrese”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)