PNRR, confronto “positivo con Draghi”

 

Fedriga ed Emiliano hanno incontrato il Presidente del Consiglio
pubblicato il 09 Giugno 2021, 16:52
2 mins

PNRR: Fedriga ed Emiliano, confronto odierno con il Presidente del Consiglio Draghi sancisce alleanza istituzionale per lo sviluppo e la ripresa.
“Un incontro molto positivo, utile e costruttivo che rilancia la centralità del rapporto fra il Governo e le Regioni e sancisce di fatto un’alleanza istituzionale per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Del resto solo attraverso una sinergia molto forte si possono raggiungere gli obiettivi ambiziosi previsti dal PNRR”. Così il Presidente ed il Vicepresidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Massimiliano Fedriga e Michele Emiliano, hanno commentato il vertice odierno a Palazzo Chigi con il Presidente del Consiglio, Mario Draghi. “Proprio il corretto rapporto interistituzionale, ben sperimentato durante la pandemia – hanno spiegato Fedriga ed Emiliano – è il viatico più giusto per un’efficace attuazione del PNRR, per evitare l’allungamento dei tempi o il mancato sfruttamento delle risorse.  Abbiamo espresso un giudizio positivo sul decreto relativo alla governance del PNRR e il colloquio di oggi, del quale ringraziamo il Presidente del Consiglio, rafforza questa convinzione. In generale – aggiungono Fedriga ed Emiliano – abbiamo riscontrato l’attenzione per il ruolo che possono svolgere le Regioni”.
“Va riconosciuto, infine, – concludono Fedriga ed Emiliano – che molte proposte della Conferenza delle Regioni sono state accolte per quanto riguarda il lavoro della cabina di regia ed è positiva anche l’interlocuzione avviata con alcuni ministeri, grazie anche al coordinamento del ministro Gelmini, per gestire al meglio l’impatto degli investimenti sui singoli territori”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Un Commento a: PNRR, confronto “positivo con Draghi”

  1. Fra

    Giugno 9th, 2021

    Emiliano Taranto ha bisogno di fatti più di tutti ,ce lo meritiamo per tutto quello che passiamo e che abbiamo subito in tutti questi decenni o secoli ,quindi italiano di Taranto e non della Puglia che non so perché ne facciamo parte solo per pagare le tasse!!

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)