Benny Pilato:”Ho un sogno ma non posso svelarlo”

 

La giovane nuotatrice sta preparando Tokyo 2021
pubblicato il 08 Giugno 2021, 19:06
3 mins

Di recente l’abbiamo vista intervistata da Fabio Fazio a “Che tempo che fa”. Nei giorni scorsi ha realizzato una lunga intervista con Sky Sport. Ormai nonostante i soli 16 anni Benedetta Pilato è diventata, a livello mediatico, un personaggio molto ricercato nel mondo dello sport e più che una promessa, visto il recente exploit agli Europei di Budapest (medaglia d’oro e record mondiale nei 50 metri rana), ormai è diventata una certezza.

Alle porte ci sono le Olimpiadi di Tokyo e l’astro nascente del nuoto mondiale in questi giorni è nella sua Taranto per prepararsi in vista di questo appuntamento unico nella vita di ogni sportivo. Siamo riusciti ad avvicinarla al volo in un break del suo allenamento per chiederle come va: “Va bene, da quando siamo tornati da Budapest c’è voluto un po’ di tempo per riambientarci ma ora abbiamo ricominciato alla grande” – afferma la nuotatrice tarantina accompagnata dal suo storico allenatore Vito D’Onghia. il quale in un fuori intervista ci racconta un breve episodio dell’interesse ormai quasi “morboso” dei media nei confronti di Benedetta e di tutto ciò che le ruota attorno: “Durante gli Europei una troupe della Rai è venuta a citofonarmi sotto casa e voleva a tutti i costi riprendermi mentre seguivo la gara di Benedetta in tv (ride…, ndc). Fortunatamente noi siamo gli stessi di prima. Il mio rapporto con lei non è cambiato ma sono mutate le aspettative esterne. Noi continuiamo a divertirci giorno dopo giorno senza porci obiettivi a lungo termine”.

A proposito di obiettivi Benny Pilato vuole svela sin dove vuole arrivare in futuro : “Ora penso solo alle Olimpiadi. Sono scaramantica, ho un sogno nel cassetto ma non voglio rivelarlo…”.

Come accennato prima la vita di questa adolescente dagli occhi vispi e dall’espressione determinata, negli ultimi due anni è stata stravolta attirando questa attenzione a volte fuori controllo nei suoi confronti. Le abbiamo chiesto se comunque è riuscita a preservare il suo essere una sedicenne come le altre: “Ci sono dei risvolti belli e brutti di tutto questo interesse nei miei confronti ma tutto sommato anche se gli impegni agonistici sono sempre più numerosi e duri riesco ad organizzare la mia vita privata con gli amici al di fuori della piscina. La mia vita da adolescente non è stata intaccata e sono molto contenta di ciò. Ovviamente mi fa piacere essere diventata la beniamina dei tarantini, sono molto orgogliosa del seguito caloroso che ho da parte della mia città”.

Una città, Taranto, che ancora non riesce a mettere a disposizione una piscina adatta alle esigenze di questa campionessa: “Mi hanno fatto delle promesse…Io ci spero tanto…”

 

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)