‘Dal nero al marrone’, film su fra Antonio Salinaro: la prima il 6 luglio

 

pubblicato il 07 Giugno 2021, 21:09
3 mins

“Questo mediometraggio non ha alcuna pretesa di vincere premi o quant’altro, se non di convertire i duri di cuore per spezzare ogni dipendenza. Se almeno uno di questi cuori si aprirà per cambiare rotta di vita, questo lavoro sarà un vero successo”. Così ha riferito Pino Lenti, regista assieme a Mimmo Spataro, del film “Dal nero al marrone”, incentrato sulla vicenda del tarantino fra Antonio Salinaro, passato dalla droga alla vocazione francescana e diventato un punto di riferimento per tantissimi giovani.

La “prima” per Taranto è stata fissata per il 6 luglio all’Orfeo (proiezioni alle ore 20 e alle 21) per poi passare in tutte le piattaforme digitali e, appena perfezionato l’accordo con il distributore, nelle altre sale cinematografiche italiane.

Moderata dalla dott.ssa Greta Marraffa, la presentazione si è svolta stamane al Circolo Ufficiali della Marina, con videomessaggio dello stesso frate, ora a Vigevano.

Il lavoro cinematografico è stato realizzato dell’associazione “Nuovi Colori” di Taranto, che si occupa della realizzazione di video, eventi, mediometraggi su temi inerenti problematiche sociali per poi diffonderli fra gli studenti al fine di informarli dei pericoli in cui possono incorrere e nel contempo renderli consapevoli e capaci di uscirne fuori.

Il film racconta il percorso di vita di fra Antonio a partire dall’infanzia e dall’incontro, nella fase adolescenziale, con la droga che lo fa precipitare in un vortice spaventoso fino a temere per la propria vita. Da lì parte la rinascita, grazie a tanta volontà, determinazione e coraggio e anche all’apporto della mamma, che lo ha sostenuto e aiutato nel periodo della disintossicazione. Importante è stato anche l’incontro con altre persone, fra cui un sacerdote che lo ha aiutato e ascoltato senza giudicarlo, consentendogli di avviarsi su un percorso che lo ha condotto a essere un frate molto amato e apprezzato.

“L’ideo del mediometraggio – ha spiegato Maddalena Bianchi, esponente dell’associazione ‘Nuovi Colori’ – nasce dalla presenza di fra Antonio nella nostra parrocchia, la San Pasquale Baylon, dove lui ci ha parlato a lungo del buono e del bello delle relazioni che lo hanno aiutato in quel momento particolare della sua esistenza, cercando di infondere in noi il medesimo entusiasmo nella conoscenza e soprattutto nella fiducia nell’altro”.

Tra gli interpreti principali del mediometraggio: Axel Caponio, Davide Palmisano, Barbara Galeandro, Silvia Albarella e Davide Prete; sceneggiatura di Dario Nistri e musiche di Valerio Gentile.

 

 

Condividi:
Share

2 Commenti a: ‘Dal nero al marrone’, film su fra Antonio Salinaro: la prima il 6 luglio

  1. Pietro

    Giugno 8th, 2021

    Grande. Sono un suo fra di corso durante il periodo in Marina. Sono contentissimo. Sono stato imbarcato con lui.

    Rispondi
  2. marialuisa

    Giugno 10th, 2021

    Ho conosciuto Pino Lenti attraverso amicizie comuni…vivo e sono nata al Nord ma il mio cuore batte al Sud.
    Sono felicissima che Pino sia riuscito a realizzare il suo sogno e condivido con lui le motivazioni.
    .Augurissimi a Pino e a tutte le persone che hanno partecipato attivamente e con il cuore al film.

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)