Asl procederà ad assunzione personale precario

 

E' quanto trapela dall'incontro odierno tra la Direzione della ASL di Taranto e l'rganizzazione sindacale Cobas Pubblico Impiego
pubblicato il 26 Maggio 2021, 19:37
3 mins

Quest’oggi In data odierna si è svolto un incontro tra la Direzione della ASL di Taranto e l’rganizzazione sindacale Cobas Pubblico Impiego per discutere in merito alle procedure di scorrimento della graduatoria del concorso pubblico regionale per OSS svoltosi presso gli Ospedali Riuniti di Foggia.

“La nostra organizzazione sindacale ha infatti contestato la proroga dei contratti a tempo determinati di personale precario OSS proveniente dalla graduatoria della selezione per soli titoli svolto a Lecce nel 2017, anziché procedere al legittimo scorrimento della graduatoria del concorso pubblico regionale per titoli ed esami svolto a Foggia nel 2019, come peraltro fatto da tutte le altre ASL pugliesi. Né poteva essere giustificata tale proroga con lo spostamento del personale in questione nei reparti Covid, in particolare presso il P.O. di Grottaglie” afferma Giancarlo Petruzzi per Cobas Pubblico Impiego Sanità – Taranto.

I Cobas del Pubblico Impiego hanno inoltre convocato un sit-in degli operatori OSS risultati idonei al concorso pubblico regionale per domani 27 maggio 2021 “per manifestare contro le decisioni, a proprio avviso censurabili, della ASL di Taranto”.

Durante l’incontro odierno “la O.S Cobas ha reiterato la propria posizione chiedendo l’immediata revoca in autotutela delle proroghe disposte e il contestuale scorrimento della graduatoria sia per le assunzioni a tempo indeterminato che quelle a tempo determinato. Alla ferma contestazione dei Cobas la Direzione ASL ha opposto la certezza in merito alla piena legittimità del proprio operato ma, al contempo, ha dichiarato la propria volontà di procedere nel mese di giugno alla contestuale cessazione dei contratti precari provenienti dalla graduatoria di Lecce e all’assunzione per scorrimento della graduatoria del concorso pubblico regionale sia per 61 unità a tempo indeterminato che per l’eventuale ulteriore fabbisogno di personale a tempo determinato”.

“Le dichiarazioni della Direzione ASL, formalizzate seduta stante in una pec ufficile inviata alla O.S., sono state accolte positivamente dalla delegazione sindacale che con esse vede ripristinata la correttezza dell’azione amministrativa e la conferma della piena valorizzazione della sola graduatoria del concorso pubblico regionale per procedere alle assunzioni di personale OSS anche in questa ASL. La riunione si è conclusa con l’impegno di reincontrarsi nei prossimi giorni in video conferenza aperta a tutti gli OSS interessati”.

La O.S. ha quindi deciso di revocare il sit-in previsto per domani 27 maggio sotto la sede della ASL in viale Virgilio, “con l’auspicio che alle dichiarazioni odierne della ASL seguano azioni conseguenti. Di certo i Cobas manterranno alta l’attenzione sulla vicenda, pronti a riprendere la mobilitazione dei legittimi portatori di diritti fino al loro pieno soddisfacimento”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)