Corado un cobra, Matute una calamita

 

Le pagelle di Taranto-Altamura
pubblicato il 24 Maggio 2021, 09:08
3 mins

Contro l’Altamura il Taranto conquista una vittoria come tante in questa stagione: di misura, con un evidente predominio del possesso della palla, un proficuo pressing alto ed al termine di un match in cui le occasioni gol certificate sono le solite due-tre. Ma va bene così. Sopratutto in questo rush finale dove contano solamente i tre punti. Quei tre punti che a tre turni dal termine sono il vantaggio che i rossoblù mantengono su un Picerno che non demorde ed al quale ancora una volta vengono concessi dei favori…

Ecco le pagelle di Taranto-Altamura 1-0 :

CIEZKOWSKI S.V.: domenica da assoluto spettatore. Nessun intervento rilevante.

BOCCIA 6,5: molto intraprendente, specie nel primo tempo, sulla fascia destra dalla quale si sviluppa prevalentemente il gioco offensivo del Taranto.

G.RIZZO 6: giornata di ordinaria amministrazione contro un avversario spuntato.

SILVESTRI 6+: ammonito dopo appena undici minuti di gara non si lascia intimidire. Gioca con sicurezza e prova ad essere pericoloso di testa su calcio d’angolo sul finire del match.

FERRARA 6: stranamente più timido del solito nelle sortite sulla fascia sinistra. Partita da compitino tattico sufficiente.

MARSILI 6: partita senza infamia e senza lode. Bravo a presidiare la mediana.

TISSONE 6+: mette ordine a centrocampo. Suo il lancio illuminante che ha causato la rete del vantaggio.

MATUTE 6,5: tanti palloni passano tra i suoi piedi come se fossero calamitati. Giocatore che per generosità meriterebbe di giocare sempre. E’ ovunque. Presente sia in fase di interdizione che di impostazione, che di inserimento.

MASTROMONACO 6+: vivace e generoso. Dalla trequarti destra lascia partire una serie di cross ben fatti verso l’area di rigore. Poi cala alla distanza (dall’82’ SERAFINO S.V.)

CORADO 7: un cobra in area di rigore. Nel primo tempo ci prova con un bel destro al volo. Suo l’importantissimo gol-partita che è l’istantanea dell’attaccante vero, quello che sa fiutare il momento. Segue l’azione nonostante il lancio di Tissone fosse facile preda del portiere avversario che però sbaglia la presa. Lui c’è e con astuzia ne approfitta. (dal 60’ ALFAGEME 6: entra ed è subito vivace portandosi a spasso due-tre difensori. Esce dopo nemmeno venti minuti a causa del riacutizzarsi di un problema muscolare. Ormai è così. Prendere o lasciare – dal 79’ GUAITA S.V.).

VERSIENTI 6,5: molto dinamico e presente. Si sposta più di qualche volta di fascia (da sinistra a destra) per trovare qualche pallone giocabile. Suo uno dei pochi tiri scagliati verso la porta dell’Altamura da parte dei rossoblù (dal 60’ CORVINO 5,5 : entra in un momento in cui la partita ha ritmi piuttosto bassi e lui si adegua).

LATERZA 6,5 : bene il modulo riproposto (4-3-3) che consente l’utilizzo di un Matute prezioso come l’acqua nel mulino Taranto le cui pale nel primo tempo girano molto bene perché gioca molto alto. Fisiologico calo fisico dopo un’ora di gioco con il risultato però sbloccato e successivamente mai in bilico.

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)