Taranto: basta un gol di Corado

 

Tre punti d'oro contro l'Altamura
pubblicato il 23 Maggio 2021, 18:28
3 mins

Basta un gol di rapina di Corado al minuto 52 al Taranto per avere la meglio sull’Altamura allo Iacovone. L’attaccante argentino, al suo secondo gol in rossoblù, è stato lesto ad approfittare di una “cappellata” del portiere ospite. Tre punti preziosi che consentono alla squadra jonica di mantenere il +3 sul Picerno che è andato a vincere, anch’egli di misura, sul campo del Brindisi.

PRIMO TEMPO

Laterza schiera il 4-3-3 con centrocampo interamente over e la contemporanea presenza di Marsili, Tissone e Matute che hanno assicurato possesso palla e sostanza. In avanti Corado al posto dell’infortunato Diaz con a destra Mastromonaco e sinistra Versienti.

Taranto subito pericoloso al minuto 9 con un bel cross da destra del difensore Boccia sul quale impatta con un destro al volo Corado che manda di poco a lato il pallone. Al minuto 18 risponde l’Altamura con una deviazione di Gambuzza sul vertice sinistro dell’area di rigore rossoblù che termina fuori da buona posizione. Al minuto 23 Versienti riceve palla sulla trequarti destra stoppa e tira al volo dai limiti dell’area di rigore ma non inquadra la porta. Sino alla fine della prima frazione di gioco da annotare solo un paio di tiri cross di Marsili smanacciati dal portiere dell’Altamura

SECONDO TEMPO

Nella ripresa il ritmo di gioco cala per entrambe le squadre. Al minuto 52 lancio illuminante di Tissone, Corado sorpassato dal pallone segue, comunque, astutamente la sfera stessa, il portiere Donini si stende a terra fuori dai pali ma la sua presa è difettosa la palla termina tra i piedi dell’attaccante del Taranto che ne approfitta e deposita la palla in rete. Al minuto 78 l’Altamura sfiora il pari con un cross dalla sinistra di Spano che vede intercettare la sfera sul secondo palo da Tedesco che mette incredibilmente a lato. Girandola di sostituzioni da ambo le parti. Un minuto dopo esce dal campo Alfageme per il riacutizzarsi di un problema muscolare. Era entrato meno di venti minuti prima al posto del match winner Corado. Il caldo si fa sentire e non accade più nulla sino al minuto 88 quando su angolo di Marsili, impatta bene di testa il difensore Silvestri ma la palla termina alta sopra la traversa. Il Taranto gestisce senza grossi affanni i cinque minuti di recupero e porta a casa un altro successo importante.

CONSIDERAZIONI FINALI

Meno tre partite alla fine della stagione e vetta del girone H da difendere dall’assalto del Picerno con un vantaggio di tre punti. Domenica prossima il Taranto andrà a Francavilla in Sinni. Se continuerà a fare risultato metterà un altro mattone importante verso la costruzione di una promozione che si avvicina sempre più. Non importa il bel gioco, non importa vincere le gare con tante reti di scarto. Importano solo i tre punti

 

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)