Il Taranto c’è! Vetta blindata

 

Vittoria a Molfetta. Il Picerno non va oltre il pari
pubblicato il 16 Maggio 2021, 18:21
4 mins

La prestazione che tutti si attendevano. Concentrat, attenta, grintosa e soprattutto vincente. Il Taranto vince 3-1 a Molfetta e lancia un segnale al campionato. Chi, tra gli avversari, sperava in un secondo passo falso dei rossoblù è dovuto rimanere con l’amaro in bocca. Risultato in cassaforte già nel primo tempo e secondo tempo sornione. Ciliegina sulla torta della giornata il pareggio casalingo del Picerno contro il Casarano che permette al Taranto di consolidare la vetta con un vantaggio virtuale (i lucani devono recuperare un incontro) di +6.

PRIMO TEMPO

Laterza schiera realmente la migliore formazione possibile dovendo fare a meno degli infortunati Falcone, Corvino, Guaita e Guastamacchia e dello squalificato Marsili. Il tecnico rossoblù irrobustisce il centrocampo con Matute e Diaby, al centro della difesa inserisce Silvestri anziché Gonzalez mentre a sinistra manda Versienti, soluzione tatticamente più equilibrata. Modulo tattico: 4-3-3.

Taranto subito pericoloso con un tiro di Diaz che termina a lato al minuto 2 Al minuto 7 risponde il Molfetta con un tiro centrale di Ventura che il portiere rossoblù Cziekovski  blocca con sicurezza. Dopo due minuti ancora il Molfetta con Strambelli su punizione si rende pericoloso. Il Taranto comunque è in campo con il piglio giusto: determinato, tosto e volitivo. Al minuto 16 bello scambio Versienti-Diaz-Matute con quest’ultimo che tira a colpo sicuro nell’area piccola ma spedisce il pallone a lato. Il gol del vantaggio è nell’aria. Anzi nel giro di tre minuti, i rossoblù piazzano un letale uno-due mettendo a segno due reti. Al minuto 22 una conclusione da fuori area di Matute, capitano di giornata, si stampa sulla traversa; sugli sviluppi dell’azione il Taranto riconquista palla e si porta in area di rigore avversaria. Conclusione di N.Rizzo sulla cui traiettoria si trova Diaz che devia la palla in rete. Al minuto 25 arriva il raddoppio. Cross in area di rigore, N.Rizzo devia quasi da terra una palla di testa che arriva sui piedi di Diaby, il quale di piatto infila la porta del Molfetta.  Al minuto 38 tiro da fuori area di Tissone che termina di poco alto sulla traversa. Al minuto 46 ancora il Taranto che sfiora il terzo gol con un tiro di esterno dal vertice destro dell’area di rigore di Versienti ben bloccato dal portiere di casa.

SECONDO TEMPO

Taranto sempre intraprendente anche nel secondo set. Al minuto 46 punizione di N.Rizzo respinta di pugno dal portiere del Molfetta.  Al minuto 5è il Molfetta con Massarelli ad impegnare Cziekovski. Al minuto 57 cross di Boccia dalla destra con N.Rizzo che in acrobazia impegna l’estremo difensore di casa. Sempre il trequartista argentino protagonista al minuto 65 che con un colpo da sotto in area avversaria colpisce la traversa. Due minuti dopo lo stesso giocatore viene espulso per doppia ammonizione ma il Taranto è padrone del campo e al minuto 84’ in contropiede con Versiente trova il tris che, dopo una volata sulla fascia sinistra, piazza la palla in porta. Al minuto 89 ancora i rossoblù vicini al gol con Matute. Al minuto 92 il Molfetta accorcia le distanze con un bel sinistro al volo del solito Strambelli al gol numero 17 della stagione.

CONSIDERAZIONI FINALI

Laterza schiera la miglior formazione possibile, con gli uomini giusti (Matute, Diaby e Versienti su tutti) al posto giusto e si porta via tre da Molfetta tre punti meritatissimi. Bene così e avanti tutta verso la meta.

 

 

 

 

 

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)