“Green Pass” anche in Lituania

 

I lituani ritornano in Puglia
pubblicato il 15 Maggio 2021, 22:01
17 mins

Continuano le misure di sicurezza messe in atto al fine di sconfiggere l’emergenza Covid-19. Negli ultimi giorni, infatti, l’annuncio secondo cui già a partire dalla prossima stagione estiva, i negoziati tra Parlamento Europeo e Consiglio, giungeranno ad un accordo in maniera tale da avere il regolamento in vigore entro fine giugno. A quel punto, una volta adottato tale regolamento, il Green Pass diverrà a tutti gli effetti un diritto di ogni cittadino dell’Ue, per legge. Un primo grande gruppo di Paesi (fra cui anche l’Italia e la Lituania) inizierà la fase di test per metà maggio.

Un’iniziativa importante, che permetterà a tutti coloro che ne entreranno in possesso di potersi spostare liberamente – anche per scopi prettamente turistici – all’interno del territorio nazionale così come in tutta l’UE.

Tutto ciò fa ben sperare la Sede Diplomatico Consolare di Lituania sita a Taranto, con a capo il Console Onorario di Puglia e Basilicata, Dr. Giuseppe Saracino, che da più di cinque anni si adopera costantemente per implementare sempre più i flussi turistici fra l’Italia, ed in particolare le regioni di Puglia e Basilicata, e la Repubblica di Lituania.

A tal proposito, infatti, il Console Saracino, nel mese di Maggio, ha organizzato, nel pieno rispetto delle norme vigenti, una visita nella località di Porto Cesareo e nelle zone limitrofe, al fine di permettere ad un gruppo di  lituani fra cui Tour Operator, alcuni docenti universitari, e Rappresentanti del Rotary International (lo scorso anno è stato gemellato il club di Vilnius con il corrispettivo di Lecce), che negli anni precedenti avevano avuto il piacere di visitare già altre località del Salento (quali Lecce, Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Otranto, Ostuni, Castro Marina…), di conoscere e promuovere questa zona nella Repubblica di Lituania.

Porto Cesareo, noto comune della provincia di Lecce, a noi meglio conosciuto come le Maldive della Puglia,  è situato sulla costa ionica della penisola salentina, e vanta uno dei mari più belli d’Italia. La delegazione ha ammirato particolarmente la costa della città, formata da due riviere: quella di levante, che comprende la spiaggia cittadina del paese che, estendendosi verso est, arriva fino alla penisola della Strea formando una suggestiva laguna; ed il litorale di ponente formato invece da spiagge circolari perlopiù basse e sabbiose alternate a basse scogliere, caratterizzate da un gran numero di stabilimenti balneari.

Durante la visita i predetti, sono stati ricevuti dal Presidente della Lega Navale di Torre Colimena, Jonathan Tieni. Di estrema importanza a livello nazione, come noto, la Lega Navale Italiana (LNI) è un ente pubblico non economico a base associativa che ha come scopo la diffusione dell’interesse e dell’attenzione verso le tematiche relative al mare.

Il suddetto, quale nativo del luogo, ha ospitato il gruppo presso la sede di Torre Colimena, offrendo un gradevole aperitivo sulla piccola terrazza con vista Porto, e li ha introdotti alle attività fornite dall’ente: attività di promozione e utilità sociale, iniziative di protezione ambientale ed inoltre corsi di vela per adulti e bambini, promuovendo così la pratica del diporto, degli sport marinareschi e delle altre attività di navigazione, e concorrendo all’insegnamento della nautica.

Costantemente supportati dal Console Saracino e dal Presidente della Lega Navale di Torre Colimena Jonathan Tieni, delegati lituani hanno successivamente  visitato due località marittime della zona, due borghi di pescatori allo stato di una volta:  la spiaggia più grande che, passando per le località di Belvedere, Bacino Grande e Lago Sereno termina a Torre Lapillo, originariamente  parte del sistema difensivo costiero voluto da Carlo V per proteggere il Salento dalle invasioni dei Saraceni; e Torre Colimena  frazione balneare del comune di Manduria, anch’essa facente parte del sistema difensivo voluto dall’allora Re di Spagna.

Altra tappa considerevolmente gradita è stata la località marittima di Punta Prosciutto. Qui, la particolarità del mare, sta nel fatto che il fondale basso viene recuperato dopo pochi metri, e le spiagge di sabbia bianca si protendono per diversi chilometri; retrostanti a esse, inoltre, si estendono dune secolari, ricoperte dalla tipica vegetazione mediterranea salentina.

In occasione della visita, la delegazione ha avuto l’opportunità di vedere la costa dal mare in quanto il Presidente della Lega Navale di Torre Colimena, Jonathan Tieni, ha messo a disposizione una barca, lasciando il gruppo piacevolmente sorpreso.  Il tour si è esteso per tutta la Riserva Naturale Orientata Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera di Porto Cesareo, pietra miliare della zona. Proprio immersa all’interno della Riserva, vi è una delle strutture iconiche del luogo : Villa La Tonnara, un’antica residenza di spiccato interesse storico, posizionata strategicamente e con accesso diretto al mare.  La peculiarità della struttura è senz’ altro la ricca gamma di attività che offre per chi desidera trascorrere le proprie vacanze all’insegna dello sport: diving, pedalò, canoa, snorkeling, wind surf, pesca, equitazione. È il luogo ideale anche per i più giovani: nelle vicinanze infatti vi è una pista di go-kart, una sala bowling e degli spazi adibiti a discoteche all’aperto.

Altra struttura molto apprezzata dai lituani, Le case della scogliera, un resort più moderno rispetto al precedente, con affaccio sul mare, camere dotate di tutti i comfort, servizio minibus (per spostamenti nelle zone limitrofe) o autonoleggio, possibilità di escursioni a cavallo, pesca e immersioni subacquee.

Nei giorni successivi, si è  proseguito con la visita di altre strutture. Il gruppo di lituani, ha apprezzato particolarmente la posizione strategica della località di Porto Cesareo. Essi hanno positivamente affermato infatti, che i flussi turistici previsti per le prossime stagioni dall’Europa del Nord, abbracceranno un range di turisti con le esigenze più disparate – alcuni preferiscono trascorrere le proprie vacanze immersi nella campagna, altri al mare.

Indi per cui, la scelta delle strutture ha tenuto conto sia delle diverse esigenze, dell’età variegata dei futuri turisti – considerando anche le esperienze degli anni precedenti – che della vicinanza della città alle zone limitrofe di Lecce, Gallipoli, Campo Marino e Galatone, facilmente raggiungibili per chi, dopo una giornata di mare, vuole godere della movida dei locali nel centro delle città.

Particolarmente gradito al Console Onorario di Lituania, Dr. Giuseppe Saracino, ed altresì apprezzato dalla delegazione lituana, Lido Bacino Grande (www.bacinogrande.it), uno stabilimento balneare sito a Torre Lapillo, dove il gruppo ha visitato la struttura godendo della compagnia di uno dei soci, il Sign. Fabrizio Marzano.

Il punto di forza della struttura è sicuramente la posizione, proprio a ridosso del mare. Dotata di ogni comfort, con un B&B adiacente alla struttura – perfetto per i più giovani che amano il mare e che d’estate potranno trascorrere le loro serate ascoltando musica dal vivo – gli ospiti hanno apprezzato in particolar modo il ristorante con vista sulla costa cesarina, dove hanno degustato un aperitivo offerto dalla struttura, a base di frutti di mare e piatti tipici della zona.

Per i turisti invece, che prediligeranno un’esperienza più wild, all’insegna della scoperta della zona rurale del luogo, i turisti lituani hanno prediletto L’Agriresidence Campi Latini (www.campilatini.it) di proprietà della Dott.ssa Francesca Romana Ferrara sito a Galatone a 15 minuti circa dal mare. La peculiarità della struttura è la sua posizione strategica: in auto si raggiungono facilmente Porto Cesareo, Santa Maria al Bagno e Santa Caterina, Lecce e Gallipoli, sede della movida per i più giovani.

Il complesso, inoltre, è completamente immerso in tre ettari di ulivi (in estate è possibile, per gli amanti della campagna, partecipare alla tradizionale raccolta delle olive organizzata dalla struttura), e nella zona centrale presenta una piscina che permette agli ospiti di trascorrere in totale relax il proprio soggiorno.

Nella struttura è presente anche un orto, di produzione famigliare con prodotti a chilometro zero e piante tropicali, quali palmiti e fiori particolari.

Gli appartamenti sono dotati di tutti i comfort e sono ideali per ospitare sia famiglie che turisti più giovani. Ad impreziosire ancor più la bellezza del luogo, la possibilità da parte dei delegati durante la visita, di svolgere direttamente con la proprietaria della struttura, la Dott.ssa Francesca Romana Ferrara, lezioni di Yoga completamente immersi nel verde degli ulivi secolari.

Il gruppo si è spostato poi verso l’ultima struttura visitata. Non proprio sul mare, Hotel Club Azzurro (www.hotelclubazzurro.it), sito a Porto Cesareo, perfetto per chi ama sia il mare che la campagna. La struttura, a qualche metro dal litorale, e a pochi minuti di minibus (servizio offerto ai propri ospiti dalla struttura stessa) dalla spiaggia convenzionata “Orange Sun”, vanta di stanze dotate di tutti i comfort, sia a piano terra che sopraelevate.

Gli ospiti, hanno sostato anche nella gradevole piscina presente in struttura dove hanno consumato dei pasti gentilmente offerti dal Direttore del complesso residenziale, Dr. Eugenio Lecce, e dopo il pranzo hanno fatto un gita in bici nei dintorni, ammirando il paesaggio, per poi giungere sul litorale e ammirare un piacevole tramonto che hanno immortalato.

Costantemente supportato dal Console di Lituania per le regioni di Puglia e Basilicata, Dr. Giuseppe Saracino, il gruppo dell’Europa del Nord è rimasto piacevolmente catturato dalla bellezza della zona. In occasione della visita, infatti, i delegati hanno  ribadito più volte l’intenzione di promuovere nuovi flussi turistici che dall’Europa del Nord e dai Paesi Baltici giungeranno sino in Italia ed in particolare nella nostra regione.

Le statistiche in merito all’emergenza Covid-19 anche in Lituania fanno ben sperare, e le misure di sicurezza e contenimento della pandemia che verranno attuate in tutte le strutture ospitanti favoriranno la possibilità di trascorrere delle vacanze covid-free per turisti di tutte le età.

Nonostante vi siano più di 2000 chilometri di distanza fra l’Italia e la Repubblica di Lituania, i collegamenti sono sempre stati un punto di forza in ambito turistico: esempio ne è il volo diretto Bari-Vilnius – della durata di 2 ore circa – rimasto operativo sino al 2018, istituito nel 2015  grazie all’intervento della Sede Diplomatico-Consolare di Puglia e Basilicata che, a causa dell’emergenza Covid 19, è stato soppresso. La nota compagnia Ryanair, a seguito di un forte interessamento da parte  del Consolato Lituano, ha rifavorito i collegamenti fra i due Paesi, ripristinando delle coincidenze fra cui : due voli Bari-Bergamo/ Brindisi-Bergamo entrambi con diretta coincidenza per Vilnius; oppure il volo diretto Roma-Vilnius/Vinius-Roma; ed ancora il volo diretto Napoli-Kaunas.

Quest’ultima, infatti, è considerata la seconda città più importante della Lituania, nonché maggior centro industriale del Paese ed inoltre è stata nominata Capitale Europea Della Cultura 2022. A tal proposito, infatti, le Sedi Diplomatico-Consolari dei due Paesi si stanno spendendo molto per fruire di questa importante opportunità turistica ed incrementare i futuri flussi turistici da un Paese all’altro.

La Repubblica di Lituania, nonostante sia un Paese molto giovane, è ricco di attrattive e località peculiari. Vilnius, la capitale del Paese, nonché la più popolosa è ricca di storia, con la prima Università fondata da re Stefano I° Báthory nel 1579, che conserva, tutt’oggi, la più antica e ricca biblioteca del Paese, la quale ebbe a capo i Gesuiti per più di due secoli (si ricorda che  Padre Salpa, un gesuita italiano nativo di Martina Franca in provincia di Taranto, ha ricoperto per lungo tempo la carica di rettore dell’Università).

Ed ancora Klaipėda, la terza città per grandezza della Lituania (conosciuta come Memelburg nel 1252). È una città portuale, scalo di molte crociere sul Mar Baltico, estremamente  curata e ricca di fiori, con un centro storico molto accogliente.

La città ha per simbolo il veliero Meridianas, costruito nel 1948, che fu per anni una nave scuola e oggi, a seguito di una ristrutturazione, è diventato un ristorante; mentre, nella zona del porto di Klaipéda, si possono vedere i resti dell’antica fortezza del XIII secolo che oggi ospita il Museo del Castello attorno al quale si possono ammirare, nei pressi della Collina di Giovanni, i resti degli antichi bastioni difensivi che costituivano la difesa della città, assieme ai fossati.

La sede Diplomatico-Consolare, che come noto da anni si impegna ad incrementare i rapporti culturali fra i due Paesi, reitera nuovamente la sua totale disponibilità affinchè possano essere ancor più incrementate attività simili a quelle sopraccitate, ed inoltre il Console Saracino, non appena l’emergenza Covid  lo permetterà, s’impegnerà ad organizzare attività congressuali volte a far conoscere all’intera popolazione Pugliese il meraviglioso Paese Lituano, al fine di sponsorizzarlo ed incrementare i flussi turistici internazionali con il suddetto.

Per qualsiasi informazione, inerente a collegamenti e attività turistiche, si prega di contattare la Sezione Turistica della Sede Consolare (indirizzo email: [email protected]).

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)