Ad Maiora, stop con la capolista

 

L'impresa della gara di andata non è stata bissata
pubblicato il 11 Maggio 2021, 08:47
3 mins

Si ferma, dopo una striscia di cinque vittorie consecutive, la corsa dell’Ad Maiora alle posizioni di vertice del campionato di serie B, stagione 2020/21.

La formazione di Palagiano giungeva a Salerno al termine di un tour de force che l’aveva vista giocare in ventuno giorni cinque gare, con una media di un match ogni quattro giorni. Questo massacrante ciclo è stato pagato dalle ioniche che, senza cercare alibi, ne hanno risentito fisicamente, come dimostrano le condizioni non ottimali di alcune delle atlete più rappresentative. Nonostante tutto, le ragazze ioniche non si sono tirate indietro nella serata al Palasilvestri.

Facendo di necessità virtù, il coach rossoblù schierava un quintetto obbligato composto da Armenti, Di Gregorio, Lacitignola, Palmisano e Gatti. L’omologo Russo, con le sue atlete, vogliose di riscattare la sconfitta vibrante di Taranto, opponeva Duran, De Mitri, Valerio, Gragnolino e Van der Linden.

La prima frazione vedeva la formazione ionica opporsi abbastanza egregiamente alle padrone di casa con Palmisano, abile a piazzare una tripla, utile ad operare l’immediato sorpasso al canestro di Duran che realizzava la prima conclusione della serata. Poi si aveva un certo equilibrio nell’elastico del risultato fino a quando le granatine prendevano un vantaggio di cinque punti, grazie a Duran (top player della serata).  Il primo mini intervallo fissava il vantaggio sul + 6 (19 – 13).

Nel secondo quarto, Taranto pagava le motivazioni sopra esposte, e le locali operavano uno sprint che costringeva le rossoblù a cercare di arginare l’ampliarsi del gap. Complice qualche dubbio fischio arbitrale (in queste occasioni si risolvono sempre per la squadra di casa), nonché le imprecisioni nelle conclusioni e le limitate rotazioni, che purtroppo facevano schizzare le salernitane al + 19  (37 – 18) all’intervallo di metà gara.

Alla ripresa delle ostilità, la formazione campana operando nelle rotazioni ed essendo anche messa meglio fisicamente, attestava un preventivato gap abbastanza ampio (- 25). Il tabellone recitava 54 a 29 per la squadra locale.

L’ultima frazione, scivolava via con Salerno che tentava di ampliare il vantaggio oltre i trenta, ma le indomite spartane, nonostante la serata negativa tenevano al di sotto del “trentello” il punteggio (45 -71), archiviando subito questa infausta serata e già concentrate ai prossimi impegni che le vedranno affrontare un ennesimo tour de force. Infatti, in undici giorni disputeranno quattro gare.

Quindi si tratta di una sconfitta meritata, ma fortunatamente risultata indolore, visto il mantenimento della terza piazza, e che invita a cercare subito il riscatto già dalle prossime settimane.

Salerno Basket 92 – Ad Maiora Basket Taranto 71 – 45 (19 – 13, 37 – 18, 54 – 29)

Salerno: Valerio 13, Orchi 10, De Mitri 7, Cragnolino 8, Mancuso 2, Sestito, Martella, Savatteri 2, Van der Linden 4, Aceredo 6, Duran 19, Scolpini. (All. Aldo Russo – 1° Ass. all. Valerio Russo)

Ad Maiora: Armenti 7, Caliandro, Di Gregorio 7, Caminiti, Palmisano 9, Berardi 5, Gatti 11, Lacitignola 4, Ciminelli n.e., Gismondi 2, Donzelli n.e., Vitali. (All. Fabio Palagiano –  1° Ass. all. Francesca Rubino)

Arbitri: Fabio Dell’Infante di Ariano Irpino (Avellino) e Fabio Petrillo di Avellino.

 

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)