‘JUST, un’opportunità per la transizione energetica”

 

Confronto fra Eni e Confindustria Taranto sui temi della sostenibilità rivolto a imprese e fornitori di Eni
pubblicato il 03 Maggio 2021, 17:49
3 mins

Nel percorso di transizione energetica equa e sostenibile di Eni i fornitori e le filiere produttive hanno un ruolo fondamentale: da questo assunto nasce “JUST, un’opportunità di trasformazione per essere protagonisti della transizione energetica” , il tema del webinar tenuto fra i referenti Eni e Confindustria Taranto e rivolto alle imprese associate.

Con JUST (Join Us in a Sustainable Transition), iniziativa rivolta proprio alle aziende fornitrici, Eni “vuole coinvolgere tutte le imprese che vogliono essere parte attiva del percorso di trasformazione dell’industria energetica e di crescita comune sui valori di sostenibilità attraverso un approccio integrato che coniughi tutela ambientale, crescita sociale e sviluppo economico”.

Il confronto sui temi del progetto, fortemente voluto dal Consiglio Direttivo della Sezione Metalmeccanica e Navalmeccanica di Confindustria Taranto e favorevolmente accolto dal direttore della raffineria Eni a Taranto Marcello Tarantino e dal Responsabile Associazioni Territoriali Confindustriali e Supporto Relazioni Confindustria Giuseppe Maiellare, è stato propedeutico alla presentazione, all’interno di Just, di Open Es, una piattaforma interattiva aperta alle aziende fornitrici “per dialogare con Eni e sviluppare i temi della sostenibilità, cogliere nuove opportunità di business e di creazione di valore, focalizzare i punti di forza dell’impresa e gli eventuali gap, quindi scambiare know how e lavorare sulle criticità”.

“L’obiettivo che tutti (imprese, contrattisti, istituzioni e territorio) sono chiamati a raggiungere – è stato più volte sottolineato dai referenti Eni – è quello di un futuro più sostenibile, che il momento attuale mette in pole position proprio attraverso il tema della transizione energetica, dibattuto a tutti i livelli. Da qui l’assunzione di Eni di un impegno comune con le proprie aziende fornitrici, piccole medie e grandi, per far sì che acquisiscano competenze in sostenibilità, anche grazie allo scambio di esperienze con “l’impresa dell’energia” per eccellenza”.

Molteplici gli aspetti affrontati nel corso dell’incontro, fra cui la collaborazione con Eni: dall’autocandidatura, alla qualifica, all’assegnazione dei contratti tramite procedimenti di gara, oltre che la valorizzazione degli aspetti tecnico-operativi e HSE (Salute, sicurezza e ambiente), sempre più incentrati sull’impegno concreto rispetto ai temi ambientali, sociali ed economici.

Ad aprire i lavori sono stati Pietro Vito Chirulli, legale Rappresentante di Confindustria Taranto, e Antonio Lenoci, Presidente della Sezione metalmeccanica e navalmeccanica di Confindustria Taranto. Dopo gli interventi Eni sui vari aspetti dell’iniziativa, i lavori si sono conclusi con un breve dibattito con le aziende fornitrici che hanno preso parte al confronto.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)