CJ: seconda fase chiusa al 2°posto

 

Dal 16 maggio via ai play-off
pubblicato il 03 Maggio 2021, 08:41
5 mins

Non poteva finire meglio la stagione regolare per il CJ Basket Taranto. Nell’ultima gara della fase2 del girone D che ha chiuso la regular season i rossoblu hanno battuto per 81-73 la Scandone Avellino conquistando la vittoria numero 19 dall’inizio del campionato cementando il secondo posto in classifica. La squadra di coach Olive ora dà appuntamento ai playoff che inizieranno il 16 maggio con i quarti di finale già al meglio delle 5 gare. Ma per conoscere l’avversario bisognerà aspettare i recuperi dei prossimo giorni, nel girone C, dove Taranto affronterà la settima classificata. Tornando al match con Avellino, gara non facile, contro gli irpini costretti ai playout ma solo a causa della penalizzazione iniziale. Taranto l’ha spuntata aumentando i giri motore nelle fasi decisive del match facendosi trascinare dai vari Morici, 20 punti+12rimbalzi, Matrone (17pt+10rb) e Stanic (17pt+9as).

Coach Olive parte con Stanic, Matrone, Morici, Diomede e Azzaro. Coach Robustelli risponde con Ani, Marra, Costa, Monina e Sousa.

Di Monina il primo canestro, di Stanic il pari. La partita si accende subito con le triple di Sousa e Stanic ma resta in equilibrio, 7-7. Taranto prova a giocare sotto le plance, prima Matrone e poi la schiacciata di Azzaro per l’11-7 subito riequilibrato da un paio di giocate di Costa. Ma è nel finale di quarto che Taranto trova l’allungo con Morici e Duranti, un +7 che ancora una volta Avellino ricuce con la tripla di Riccio. Il CJ resta davanti con la tripla di Duranti a fine quarto per il 20-15.

Il secondo quarto si apre alla grande per Avellino che trova due triple di fila con Trapani e Ani e opera il sorpasso, 20-23. Lento e prevedibile il CJ che ci mette un po’ a rimettersi in partita. Ci pensano ancora Duranti e Morici a svegliare Taranto. Poi coach Olive decide di rialzare di nuovo il quintetto, col rientro di Matrone e Azzaro. Il pivot campano segna, subisce il fallo e segna il libero supplementare del 29-26. L’altro lungo rossoblu infila il +5, dopo il canestro di Ani, è la tripla di Stanic fa +7 prima del canestro di Manna che fissa il punteggio sul 37-32 Taranto a fine tempo.

Il tema del match non  cambia dopo l’intervallo, Taranto resta davanti con Avellino in scia trascinata da Marra (23 punti totali) che segna la tripla del -1, il pareggio dalla lunetta e poi il tiro del sorpasso. Immarcabile il giocatore della Scandone che continua a segnare da tutte le posizioni, Taranto si disunisce, tra palle perse e tiri forzati e sprofonda a -8 con 20-7 di break. Coach Olive richiama i suoi all’ordine, quello della circolazione di palla che finalmente trova tiri con spazio, Diomede diventa mortifero, segna dalla media ma soprattutto dalla lunga distanza, il -1. Duranti e Matrone rispondono alla tripla di Trapani e tengono Taranto in scia. Ci pensa Morici al sorpasso, subito ribadito dalla seconda tripla di Diomede per il 59-54 che chiude il terzo quarto.

Al rientro in campo dopo la sosta breve il CJ capisce che è il momento di azzannare la partita, lo fa nel vero senso della parola Matrone con una schiacciata di grande potenza e rabbia. Morici fa +7 dalla lunga distanza, imitato da capitan Stanic, per il 67-57. Monina e il solito Marra provano a tenere Avellino in partita e ci riescono, con Riccio che firma il -4. Taranto rivede gli spettri del terzo quarto ma soprattutto della gara di Sant’Antimo ma stavolta trova la via del canestro con la tripla di Tato Bruno a 3’ dalla fine. Duranti, Morici e Stanic fanno il resto e stavolta Avellino deve arrendersi per davvero.

Il CJ Taranto col 19° centro stagionale saluta così una regular season stratosferica. Ora, dal 16 maggio si torna in campo per i playoff. Prima un po’ di meritato riposo per ricaricare le batterie.

 

 

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)