Vai Prisma Taranto, sei in finale!

 

Battuta Cuneo anche in gara tre
pubblicato il 01 Maggio 2021, 21:28
5 mins

Meglio di così non poteva andare. La Prisma Taranto in sole tre gare si sbarazza di Cuneo e stacca il pass di accesso alle finali dei play off del campionato di serie A/2 (prima gara in casa mercoledi 12 maggio contro la vincente dello scontro tra Brescia e Siena che al momento vede i lombardi in vantaggio 2-0). La squadra di coach Di Pinto batte 3-0 i piemontesi al culmine di una partita condotta in porto grazie ad una superiorità dominante in battuta (8 ace a 1) ed a muro (10 a 5).

LA PARTITA

Cuneo recupera i due centrali accavigliati (Codarin, subito nello starting six) e Sighinolfi ma perde il terzo martello Galaverna mentre Taranto lancia in campo sin dalla prima battuta il martello ricevitore Parodi.

Il primo set

Le due squadre appaiono molto contratte in campo. La posta in palio è alta e la percentuale di errore si alza (18 errori sui 54 punti totali).  Gara in equilibrio sino al 14-14 poi sul 16-15 Taranto piazza un break lungo di 5-0 (20-15) nel quale segnalare un primo tempo sontuoso di Di Martino (17-15), un muro della stesso centrale jonico su Tiozzo (18-15) ed uno strepitoso diagonale di Diaz che si spegne all’incrocio delle righe (19-15).  Sino al 24-21 la gara è nella mani della Prisma Volley che però si fa annullare ben 5 set ball da Cuneo che si porta sino al 26-26. Cambio palla conquistato da Fiore (27-26). Il set si chiude in favore dei rossoblù grazie ad un errore in attacco dell’opposto brasiliano Wagner apparso piuttosto spento sottorete (28-26).

Il secondo set lo fa suo Taranto con una facilità disarmante nonostante nell’economia generale del parziale la percentuale di errore da ambo le parti aumenta (18 su 41 punti totali pari al 43%). La squadra di Di Pinto però ha dalla sua una fase di battuta-muro che le risolve la partita. Il primo strappo avviene con un ace di Fiore per il 10-8 cui segue una invasione di Cuneo sottorete (11-8). Poi sale in cattedra il centrale Alletti che piazza due muri consecutivi  che portano Taranto a +5 (14-9). Cuneo tenta più con la forza dei nervi che con la lucidità di restare in partita ma viene ricacciata subito indietro da Fiore che prima mura Wagner (19-14) e poi piazza un altro ace (20-14). Taranto dilaga sempre nel segno dello schiacciatore tarantino che con una bellissimo attacco da seconda linea (pipe) fa 23-14. Chiude il set Alletti con un bel attacco in primo tempo (25-16).

Nel terzo set ci si attende un colpo di coda di Cuneo che, invece, parte male e va subito sotto per 4-0. A questo punto la scena se la prende Padura Diaz che fa 6 punti nel giro di poco tempo e lancia la sua squadra sul punteggio di 11-7 che diventa 12-7 grazie ad un altro ace di Fiore. Dall’altra parte della rete gli ultimi ad arrendersi sono il palleggiatore Pistolesi e lo schiacciatore Tiozzo che provano una improbabile rimonta (13-10).  Ma Padura Diaz con tre punti consecutivi (un attacco vincente e due ace consecutivi) è protagonista dell’allungo a +6 (16-10). Nel frattempo esce Parodi ed entra Gironi che si toglie la soddisfazione di trovare appena va in battuta un ace (18-11). La gara per Cuneo è segnata e dalla parte di Taranto. Coscione ha la gestione della partita nelle sue mani e manda a nozze i centrali, due volte Di Martino ed una Alletti, con quest’ultimo che mette a terra la palla che vale l’accesso in finale.

Tabellino

Progressione set:28-26,25-16,25-18

Durata incontro: 83 minuti

Prisma Taranto : Coscione 3, Diaz 16, Alletti 9, Di Martino 11, Parodi 8,  Fiore 12, Goi (libero 52% ricezione perfetta),Cottarelli, Gironi 2,  Persoglia ne, Cascio ne, Cominetti, Hoffer ne .All. Di Pinto

Muri Vincenti 10, Ace 6 (4 Fiore), Battute Sbagliate 18, Errori in attacco 8 – Attacco 55%, ricezione positiva 71%( perfetta 37%).

Cuneo: Pistolesi 2, Wagner 6, Codarin 2, Bonola, Preti 6, Tiozzo 12, Catania (libero ricezione 27% perfetta), Gonzi ne, Rainero ne, Bisotto ne, Sighinolfi 2, Chiapello , D’Amato ne. All. Serniotti

Muri Vincenti 5, Ace 1, Battute Sbagliate 9, Errori attacco 5, Attacco 34%, ricezione positiva 51% (perfetta 34%)

Arbitri: Guarnieri di Messina e De Sensi di Lamezia Terme

Condividi:
Share

Articolo Precedente

E’ tornata la scherma

Articolo Successivo

La meglio gioventù

Commenta

  • (non verrà pubblicata)