Dare risposte ad ex LSU del Protocollo e archiviazione

 

Sono lavoratori  della Provincia di Taranto. Il consigliere regionale del M5S Galante: "Dobbiamo dare risposte a questi lavoratori"
pubblicato il 29 Aprile 2021, 18:26
2 mins

Le istituzioni devono dare risposte agli ex lavoratori LSU del Protocollo e Archiviazione della Provincia di Taranto. Così il consigliere regionale del M5S Marco Galante, che ha richiesto l’audizione in Commissione Lavoro del Presidente della Task Force, Leo Caroli, e del Direttore Generale di ARPAL Puglia Massimo Cassano.

La vicenda ha avuto inizio nel 1998, quando questi lavoratori sono stati inseriti nell’organigramma dell’allora Centro Territoriale per l’Impiego di Taranto come LSU, in seguito a una selezione bandita dal Ministero del Lavoro. Successivamente si sono susseguiti numerosi passaggi, fino al 2013, anno a partire dal quale queste persone non hanno più avuto notizie sul loro stato occupazionale ed hanno iniziato a usufruire di ammortizzatori sociali, per alcuni già terminati. Il 29 marzo 2017 la CISL-Fisascat ha fatto richiesta formale alla Task Force della Regione di attivare un tavolo tecnico di lavoro per approfondire e valutare le possibilità̀ di trovare una soluzione per i lavoratori e nel settembre dello stesso anno il Comune di Taranto ha approvato l’ordine del giorno “Sostegno ai lavoratori ex LSU impiegati nell’Archivio e Protocollo Informatico della Provincia di Taranto” con cui si è impegnato a sollecitare la Regione e la Provincia di Taranto a ricercare soluzioni per questi lavoratori.

“Ad oggi – spiega Galante –  il Tavolo tecnico non è stato convocato e alcuni lavoratori hanno terminato gli ammortizzatori sociali. Il Comune di Taranto nel 2017 si è impegnato a sollecitare la Regione e la Provincia di Taranto per una soluzione positiva della vertenza, ma allo stato attuale risulta ancora tutto fermo. Parliamo di lavoratori, che negli anni hanno acquisito specifiche competenze e professionalità̀ e chiedono solo di poter lavorare, dato che si trovano in questa situazione senza avere alcuna colpa. Ho richiesto l’audizione per sapere se la Task Force regionale intenda convocare il Tavolo tecnico insieme ad ARPAL, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, in modo da provvedere a ricollocare i lavoratori e per sapere se la Regione abbia avuto delle interlocuzioni con il Comune di Taranto e la Provincia, per conoscere le intenzioni degli Enti. È necessario individuare azioni e tempistiche per arrivare a soluzioni certe”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)