Taranto: ad Aversa solo un pari

 

Rossoblù, però, a +6 sul Picerno
pubblicato il 28 Aprile 2021, 17:23
3 mins

Il Taranto non va oltre il pareggio a reti bianche sul campo dell’Aversa Normanna ed anzi rischia di capitolare dato che i campani, alla ricerca di punti salvezza, hanno sbagliato anche un calcio di rigore. Arriva un punto che fa classifica, eccome (+6 di vantaggio sul Picerno). Prestazione dei rossoblù da primi caldi primaverili e quindi dai ritmi compassati.

PRIMO TEMPO

La lunga lista degli assenti (Alfageme e Diaby squalificati, Sposito, Corado, Santarpia e Falcone infortunati, Boccia e Marsili accomodati in panchina) condiziona le scelte del tecnico jonico Laterza che schiera un 4-4-2 con due under sulla corsia di destra (Shehu e Mastromonaco), Versienti avanzato sulla corsia mancina e Matute (per l’occasione capitano) a far coppia in mediana con Tissone. Diaz è affiancato da Corvino in avanti.

Comincia bene il Taranto che al primo minuto è già pericoloso con un colpo di testa di Matute che termina di non molto alto sulla traversa. Al minuto 4 Corvino ruba palla ad un difensore dell’Aversa e scaglia un diagonale dall’area di rigore campana che termina a lato. Al minuto 12 si fanno vedere i padroni di casa con un rasoterra insidioso ma non fortissimo di Chianese che il portiere del Taranto, Cziekovski para ma non trattiene. Sulla respinta fa buona guardia Rizzo.  Al minuto 25 Corvino attacca la profondità va sul fondo e crossa. Il pallone arriva ai limiti dell’area di rigore in posizione centrale da dove Matute a colpo sicuro tira ma il portiere dell’Aversa, con qualche difficolta, riesce a tenere la sfera fuori dalla linea di porta. Non accade più nulla sino al termine della prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO

L’Aversa rientra in campo con maggiore ardore agonistico e costringe il Taranto a giocare quasi di rimessa. Non accade nulla sino al minuto 60 quando l’attaccante Negro si invola in area di rigore del Taranto e viene steso dal portiere Cziekovski in uscita. Penalty assegnato dall’arbitro e ammonizione per il portiere rossoblù. Sul dischetto del rigore ci va Faiello che stampa la traversa.  Aversa più intraprendente che ci riprova con un tiro dalla distanza di Ziello. Nel frattempo Laterza opera una serie di cambi (Serafino per Mastromonaco, N.Rizzo per Versienti, Marsili per Matute e  Guaita per Corvino). Sino al termine del match da registrare un paio di tiri da buonissima posizione (ai limiti dell’area di rigore) di Marsili (minuto 75) e Tissone (minuto 89) che avrebbero meritato miglior sorte.

CONSIDERAZIONI FINALI

Inutile stare a rimurginare troppo sul fatto che con una vittoria si poteva praticamente mettere una seria ipoteca sul finale di stagione. Un punto serve, comunque, ad allungare il distacco e a mantenere alta la guardia rispetto a chi insegue. La partita di domenica prossima ad Andria potrà far capire molto su come la squadra rossoblù dovrà gestire il vantaggio sulle inseguitrici, ossia con tranquillità o con preoccupazione.

Condividi:
Share

2 Commenti a: Taranto: ad Aversa solo un pari

  1. Vincenzo

    Aprile 28th, 2021

    E’ inutile continuare ad alimentare speranze sull’eventuale promozione diretta in serie C. Con la squadra vista oggi potremo senz’altro assicurarci la permanenza in serie D. Mai visto un Taranto così. Lento, apatico, senza gioco e in affanno contro una squadretta che ci ha messo all’angolo dall’inizio alla fine. Giocavano con l’animo invece i nostri, facevano a gara a chi sbagliava di più. Spero al 100 % di sbagliare. Cordiali saluti.

    Rispondi
    • redazioneonline

      Aprile 28th, 2021

      La partita l’abbiamo vista tutti e non si può essere discordi dal suo parere, però alzi la mano chi ad agosto pensava di ritrovarsi al primo posto con 6 punti di vantaggio. La gara di Andria di domenica sarà indicativa.
      Buona serata

      Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)