Prisma Taranto: chiavi in mano a Coscione

 

Le parole del capitano in vista di gara 3 con Cuneo
pubblicato il 28 Aprile 2021, 20:48
2 mins

“Dobbiamo tenere i piedi per terra, non è finito nulla. Loro verranno giù a Taranto con spirito battagliero. Si preannuncia una gara tosta dove sarà importante mantenere alta la concentrazione, tenere i nervi saldi ed incanalare le emozioni nella giusta direzione, perché le due squadre si conoscono bene ed alla fine la differenza la faranno i dettagli e le strategie tattiche” – questo il pensiero espresso su gara 3 delle semifinali play-off di A/2 tra Taranto e Cuneo (sabato 1 maggio ore 18 al Palamazzola), dal capitano e alzatore dei rossoblù Manuel Coscione nel corso della trasmissione web “Terzo Tempo”.

Le chiavi del gioco della Prisma Volley sono nelle mani di questo quarantenne che ama ancora il volley e che ha deciso di vivere in riva allo Jonio la sua terza giovinezza sportiva ( la prima trascorsa prevalentemente a Cuneo, la seconda a Vibo Valentia). Per lui cuneese di nascita deve essere stato speciale vincere a casa sua domenica scorsa: “Ho impiegato cinque secondi a ritrovare i punti di riferimento in un palazzetto che è stato casa mia per tanti anni. Ho provato una bella sensazione e la nostra è stata una gran prova di squadra. Già perché i play-off si giocano di squadra, il livello di gioco è talmente alto che alla fine la differenza la fanno certe scelte tattiche condivise da tutto il gruppo”.

Poi però capita che entra in campo un certo Parodi e ti fa svoltare una partita che in gara 2 non si era messa bene:”Come era prevedibile Cuneo ci ha aggrediti subito in battuta. L’ingresso di Parodi ci ha regalato equilibrio in ricezione e varietà di colpi in attacco. Non lo scopriamo certo ora il giocatore che è dal punto di vista tecnico. Lui sarà molto utile alla nostra causa. Si era integrato molto bene nel nostro gruppo e quindi è come se non se ne fosse mai andato in Polonia”

 

 

 

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)