Torricella, festa patronale in onore di San Marco

 

pubblicato il 21 Aprile 2021, 09:11
3 mins

A Torricella la pandemia non ferma i festeggiamenti in onore del santo patrono, San Marco Evangelista, voluti dal parroco don Antonio Quaranta e dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Schifone, in collaborazione con la Rete delle Città Marciane e il Consiglio Notarile di Taranto. Si è iniziato il 16 aprile con la novena nella chiesa della SS.ma Trinità, ogni sera alle ore 18.25 con il santo rosario e la santa messa alle ore 19.00. Giovedì 22 aprile la celebrazione eucaristica sarà presieduta da mons. Marco Morrone, parroco della Madonna della Sanità in Martina Franca, con riflessione su “Il Vangelo, testimonianza scritta su Gesù, Figlio di Dio”; al termine l’amministrazione comunale consegnerà a don Marco la Menzione Benemerita. Venerdì 23, alla presenza dei segretari comunali e i sindaci della Unione dei Comuni Terre del Sole e del Mare, la santa messa sarà celebrata dal vicario generale mons. Alessandro Greco, con riflessione su “Il Vangelo, narrazione della vita di Gesù di Nazaret, il Cristo”; al termine l’amministrazione comunale conferirà la nomina di Ambasciatrice della Rete delle Città Marciane alla dott.ssa Raffaella Fanelli, giornalista e scrittrice, originaria di Torricella, e la cittadinanza onoraria al maresciallo Giuseppe Simone Coniglione, già comandante della stazione dei carabinieri di Torricella. Sabato 24, invece, alla presenza dei membri dell’Ordine dei notai della provincia jonica, la santa messa sarà celebrata da mons. Pasquale Morelli, parroco dell’Immacolata di Leporano e cancelliere della Curia arcivescovile, con riflessione su “Il Vangelo, Parola di Dio e opera letteraria degli autori sacri”; al termine, la Rete delle Città Marciane conferirà la nomina di Ambasciatrice della Rete alla dott.ssa Paola Troise Mangoni, notaio.

Domenica 25 alle ore 10.30 santa messa alla presenza del sindaco di Ruffano, Antonio Cavallo, ultimo comune aderente alla Rete; al termine si procederà al rito della consegna delle chiavi della città al santo patrono con la tradizionale benedizione dei “quattro venti”. Alle ore 18.30, nella chiesa della SS.ma Trinità santa messa presieduta dall’arcivescovo mons. Filippo Santoro e conferimento della nomina di Ambasciatore della Rete Marciana al dott. Luigi Colì, titolare dell’azienda ceramica Nuova Colì di Cutrofiano. “In questa difficile situazione – scrive il parroco don Antonio Antonio – la nostra preghiera e il nostro affidamento a San Marco devono essere più corali e sentiti. Imploriamo, perciò, con più fede la sua protezione e intercessione per la nostra cara Torricella”.

Alla Rete delle Città Marciane appartengono 11 comunità, tra cui Torricella, legate dal culto nei confronti dell’Evangelista Marco. L’associazione costituitasi nel 2019, guidata dal presidente del Comune capofila di Castellabate, dott.ssa Luisa Maiuri, nasce su idea del segretario Giuseppe Semeraro e alla quale collabora Nunzia Digiacomo, responsabile della promozione e organizzazione degli eventi della Rete.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)