Prisma Taranto super in gara 1

 

Cantù battuto 3-0. Padura Diaz 25 punti
pubblicato il 11 Aprile 2021, 21:19
5 mins

La Prisma Taranto vince 3-0 gara 1 dei quarti di finale dei play-off, liquidando un Cantù apparso combattivo per due set. Il momento decisivo del match è stato quando nel secondo parziale gli ospiti hanno avuto a disposizione ben tre set ball annullati con grande esperienza e determinazione da Taranto che ha poi chiuso 28-26. Una mazzata psicologica troppo forte per i lombardi, costretti a soccombere di fronte ad una squadra con tanti uomini abituati a gestire le energie nervose quando la palla scotta.

Mvp dell’incontro, l’opposto cubano Padura Diaz con 25 punti, di cui ben 7 a mur,o che ha chiuso con il 63% di positività in attacco, sciorinando una prestazione di alto profilo tecnico-agonistico.

LA PARTITA

Il match ha rispettato le previsioni della vigilia con la Prisma Taranto che ha faticato un po’ a ritrovare il clima partita – non giocava dal 24 marzo scorso – e Cantù, invece, apparso subito agonisticamente aggressivo. I lombardi, con una battuta molto forzata, sono riusciti a mettere in difficoltà sin dall’inizio la ricezione di Taranto, trovando un vantaggio di +3 (7-10) grazie all’ottimo contributo del temuto opposto Motzo. Taranto però ha avuto pazienza e con determinazione si è rimessa in carreggiata rimontando sino al 12-11. Nuovo break di Cantù per il 13-15 arrivato con un ace del palleggiatore Viiber. A questo punto però Coscione, con ricezione migliore, comincia a variare il gioco ed a mandare a punto tutti i suoi attaccanti. Fiore, Gironi e soprattutto Diaz trovano continuità e Taranto prima pareggia(17-17) e poi mette il muso avanti (19-17) con un ace di Diaz. A questo punto i rossoblù hanno la partita in pugno ed accelerano  (23-18), portando a casa il primo set.

Il secondo parziale è molto vibrante. Si assiste ad uno spettacolo godibile con le due squadre che ci mettono tanta aggressività sottorete. Ancora una volta è Cantù a spingersi in avanti (12-15) ma Taranto dopo il time-out chiamato da coach Di Pinto entra più concentrato e rimonta ancora una volta (17-16). La gara si gioca punto a punto anche se è Cantù che va nuovamente in vantaggio (19-21) sfruttando un errore al servizio di Fiore ed un attacco out di Gironi. Diaz sale in cattedra, un attacco vincente ed un muro e si va 21-21. Cantù ribatte punto su punto ma Taranto continua a sbagliare le battute, sul 21-21 con Di Martino, sul 22-22 con Diaz e sul 23-23 con Gironi. Cantù, ha tre set ball a disposizione sul 23-24, 24-25 e sul 25-26 ma Taranto con l’istinto del killer gli annulla tutti. Due muri consecutivi, uno di Diaz ed uno di Di Martino, regalano il primo set ball (27-26) alla Prisma che lo sfrutta con Gironi.

La mazzata psicologica per Cantù è tremenda e praticamente nel terzo et la paga tutta in termini di lucidità con Taranto che ne approfitta per dilagare subito (9-3). Il coach ospite che si gioca presto i due time out senza ottenere l’effetto desiderato. Coscione varia il gioco a proprio piacimento mandando a nozze i due centrali, Fiore ed il solito Diaz che mette a terra palloni su palloni.

Successo meritato, dunque, che a fine gara un’emozionata Elisabetta Zelatore, vice-presidente della Prisma Taranto, dedicherà all’ex sindaco di Taranto Rossana Di Bello, deceduta sabato per Covid, la quale in passato è stata sempre vicina alle realtà sportive del capoluogo jonico.

Questi i risultati degli altri quarti di finale –

Cuneo-Reggio Emilia 3-1, Siena-Ortona 3-2, Bergamo-Brescia 3-1.

Gara 2 mercoledì prossimo.

Tabellino

Progressione set:25-22,28-26,25-16

Durata incontro: 78 minuti

Prisma Taranto : Coscione 2, Diaz 25, Alletti 7, Di Martino 10, Gironi 10,  Fiore 11, Goi (libero 50% ricezione perfetta),Cottarelli, Presta 2, Persoglia ne, Cascio ne, Cominetti , Hoffer ne .All. Di Pinto

Muri Vincenti 12, Ace 1, Battute Sbagliate 15, Errori in attacco 7 – Attacco 57%,ricezione positiva 79%( perfetta 51%).

Cantù: Viiber2, Motzo 12, Monguzzi 7, Mazza 3, Bertoli 6, Mariano 8, Butti (libero ricezione 40% perfetta), Galliani ne, Malvestiti 1, Regattieri, Giannotti ne, Pellegrinelli ne, Picchio 1 All. Graziosi

Muri Vincenti 4, Ace 2, Battute Sbagliate 7, Errori attacco 5, Attacco 40%, ricezione positiva 63% (perfetta 31%)

Arbitri: Talento e Vecchione

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)